Catanzaro News Intervistiamo

Money Gate: L’avvocato Rondinelli a DB Radio: “Testimonierà chi scese in campo quel giorno” [VIDEO]

Cosimo Simonetta
Scritto da Cosimo Simonetta

Al via il processo penale

Catanzaro – Avellino, secondo tempo. O, per meglio dire, “atto secondo” del processo “Money Gate”, che vede imputati l’ex presidente del Catanzaro Calcio Giuseppe Cosentino ed il calciatore Andrea Russotto (tesserato dell’US, all’epoca dei fatti contestati) per i quali è stata avanzata l’ipotesi di reato di frode sportiva.

Dall’esito positivo emerso durante il processo sportivo, la palla adesso passa all’ambito penale, dal quale si auspica di uscire ugualmente indenni e vincitori: a dirlo è l’avvocato Sabrina Rondinelli in persona, intervenuta durante l’odierna puntata di DB Sport XXL ai microfoni del direttore Matteo Pirritano, su DB Radio.

Mercoledì 19 febbraio si rivivrà nuovamente quel match risalente al maggio 2013 che sancì la promozione in B degli irpini: gli imputati – si legge –  “avrebbero compiuto atti fraudolenti consistiti nel concordare il risultato finale della partita di calcio”, ma l’avvocato Rondinelli ha ragione di credere che il tutto avrà il lieto epilogo dell’assoluzione (poiché all’epoca non vi erano prove che lasciassero presupporre la combine) contando sulla deposizione di testimoni di quella giornata.

Infatti, in esclusiva proprio a DB Radio, l’avvocato ha avuto modo di annunciare: “Qualche giorno fa ho depositato una lista a difesa di testimoni. Verranno a testimoniare in aula i componenti della società dell’epoca e anche coloro che sono scesi in campo in quella partita (tra cui Fioretti, Masini, Sirignano, Pisseri, Squillace e lo stesso mister Fulvio D’Adderio, ad esempio) proprio per dimostrare l’estraneità dei fatti. Speriamo di riuscire a dimostrare quanto già fatto in sede di Giustizia Sportiva”.

Un processo che ha generato notevoli contraccolpi psicologici nelle parti interessate, in particolare Andrea Russotto, il quale, “rimasto emotivamente legato alla città di Catanzaro – sostiene la Rondinelli – non vuole assolutamente essere ricordato dalla tifoseria giallorossa come un giocatore che si prestò ad una cosa simile”.

La presenza, dunque, di quei calciatori che indossarono la maglia delle Aquile nella stagione 2012/2013, potrebbe rivelarsi determinante nel valzer di deposizioni che avrà luogo tra pochi giorni e sulle quali manterremo un occhio vigile.

A proposito dell’autore

Cosimo Simonetta

Cosimo Simonetta

2 Commenti

  • Per la verità è andato in serie B a Salerno e da qui è stato girato entro un mese a Catania….a me sembrava legato, se poi uno deve restare ingabbiato a vita per dirsi legato lasciando perdere le proprie ambizioni personali allora non ne troverai uno di 《legato 》

Lascia un commento