Catanzaro News La Striscia

Possibile conferma del tridente di Rieti

Kanoute verso il forfait, Atanasov ancora influenzato. Definito il calendario dei playoff: la finale di ritorno si giocherà il 7 giugno

Meno di 48 ore alla gara tra Catanzaro e Casertana che andrà in scena al “Ceravolo”. Sarà il quarto incontro stagionale fra le due compagini che si sono affrontate, oltre che all’andata, anche nelle due competizioni della Coppa Italia. In entrambe le occasioni vinsero in Calabria i giallorossi, mentre all’andata i 3 punti andarono ai falchetti per 2-1. Era il 29 settembre e le aquile cominciavano a palesare le difficoltà che sarebbero poi emerse in particolare nei mesi successivi. Quello di domenica sarà un Catanzaro totalmente diverso alla ricerca della quarta vittoria consecutiva in campionato dopo i successi ottenuti con Sicula Leonzio, Viterbese e Rieti. La cura di mister Auteri sta producendo gli effetti sperati dalla società con 10 gol fatti in tre partite.

Sono 497 i biglietti già venduti ai tifosi giallorossi.

ALLENAMENTO AL CAMPO B

AtanasovHa cambiato nuovamente sede la sessione d’allenamento odierna delle aquile. Ieri è stato comunicato che la seduta si sarebbe tenuta al “Ceravolo” invece che a Giovino. Le condizioni metereologiche non ottimali hanno spinto le aquile ad allenarsi al Campo B del “Ceravolo”. Assente ancora Atanasov per influenza; differenziato per Di Piazza. Mister Auteri ha fatto svolgere ai suoi una partitella. Da un lato Bleve; Nicoletti, Martinelli e Pinna; Statella, Corapi, Iuliano, Contessa; Carlini, Tulli e Di Livio. Dall’altra parte Mittica; Celiento, Riggio, Quaranta; Bayeye, Urso, De Risio, Casoli; Giannone, Bianchimano e Novello. 

PROBABILE FORMAZIONE: DUBBIO KANOUTE

Ipotizzando una probabile formazione nel 3-4-3 di mister Auteri ci sarà naturalmente Bleve in porta; in difesa dipenderà molto dal recupero di Atanasov dall’attacco influenzale. Le aquile faranno già a meno dello squalificato Martinelli. Sicuramente tornerà Celiento. Se il bulgaro sarà dell’incontro dovrebbe esserci Riggio sul centro sinistra; in caso contrario l’ex Akragas verrà schierato al centro con ballottaggio Nicoletti-Quaranta con lo stesso Pinna rientrato ormai in gruppo. Sugli esterni il ballottaggio è fra Casoli e Statella sulla destra con il primo in vantaggio viste anche le buone ultime prestazioni mentre Contessa ha occupato in maniera stabile l’out di sinistra. In mezzo il duo titolare dovrebbe essere formato da Corapi e De Risio. In avanti potrebbe essere riconfermato il tridente visto a Rieti composto da Carlini, Di Piazza e Tulli. Kanoute, infatti, continua ad avere dei problemi al collo del piede.

DEFINITO IL CALENDARIO DEI PLAYOFF

La Lega Pro ha reso noto le date dei turni dei playoff.

Ad ora, se il Catanzaro mantenesse la sesta posizione incomincerebbe subito, ovvero venerdì 1 maggio per il primo turno a gara secca. Questo turno vedrà protagonista le compagini che si posizioneranno, infatti, dal quinto al decimo posto. Il primo maggio dell’anno scorso il Catanzaro vinse in campionato per 2-0 il recupero contro la Viterbese con gol di Bianchimano e Signorini.

Nel secondo turno della fase playoff del girone entrerà in scena la quarta in classifica. Sarà un altro turno a gara secca e si giocherà martedì 5 maggio.

Domenica 10 maggio andrà in scena, invece, l’andata del primo turno della fase nazionale dove entreranno le terze classificate. Il ritorno si giocherà dopo appena tre giorni mercoledì 13 maggio.

Nessun atto di sosta e domenica 17 maggio si giocherà l’andata del secondo turno della fase nazionale con ritorno mercoledì 20 maggio. In questo turno entreranno, infine, le seconde in classifica

La final four con semifinali e finali andata e ritorno comincerà domenica 24 maggio. La semifinale di ritorno si giocherà giovedì 28 maggio.

L’obiettivo di questa sorta di campionato bis saranno le finali di martedì 2 giugno (andata) e domenica 7 giugno (ritorno).

Un cammino lungo oltre un mese. Se il Catanzaro dovesse entrare in scena da subito, per ottenere la promozione, dovrebbe disputare 10 partite in 38 giorni. Potrebbe essere importante scalare qualche posizione in classifica ma non decisivo al 100% come d’altronde è accaduto nella scorsa stagione con le aquile eliminate sin da subito. Ancora è presto per parlare di spareggi promozione ma, quantomeno, il Catanzaro ha in testa il suo traguardo: l’obiettivo si chiama 7 giugno.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

2 Commenti

Lascia un commento