Catanzaro News La Striscia

Nessuna pausa per i giallorossi: mercoledì in Coppa arriva il Monopoli

I biancoverdi sono una delle squadre più in salute in campionato: 22 punti dall’arrivo di mister Scienza

Nessuna tregua per i giallorossi. Già da ieri, infatti, mister Grassadonia è al lavoro con le aquile per preparare al meglio la sfida interna di Coppa Italia Serie C. Al “Ceravolo”, mercoledì alle 15, sarà di scena il Monopoli, una delle squadre in salute del momento. I biancoverdi sono terzi in classifica con 25 punti e dall’arrivo di mister Scienza hanno conquistato 22 punti in undici incontri (media di 2 punti a gara).

Dopo la sconfitta con al “Veneziani”, proprio contro il Catanzaro, la squadra di mister Scienza ha inanellato una serie di risultati positivi che l’ha portata ai vertici della graduatoria. I pugliesi sembrano essersi ripresi in seguito alle due sconfitte consecutive maturate con la Reggina ed a Caserta grazie ai successi con Potenza per 3-0 e a Rende per 1-2.

Il Catanzaro, dal canto suo, è tornato a vincere dopo quattro turni. Prima vittoria per mister Grassadonia sulla panchina dell’US contro l’Avellino, sabato sera, per 3-1. Come scritto sopra, ieri mattina le aquile si sono ritrovate al “Gullì” per una sessione d’allenamento a porte aperte, mentre oggi, sempre a Giovino, la seduta è stata effettuata nel primo pomeriggio, sempre aperta al pubblico. Gli allenamenti proseguiranno domani alle 14:45 al “Gullì’”, ma a porte chiuse.

SQUADRA CHE DEVE DIVENTARE GRUPPO

“Questa è una squadra che deve diventare gruppo”. Questo è uno dei concetti espressi con più continuità da mister Grassadonia. La rosa delle aquile ha sicuramente molta qualità ma, evidentemente, i veri problemi emersi, in questo avvio di stagione, sarebbero – secondo il tecnico – più caratteriali che tecnico o tattici. L’ex allenatore di Foggia e Paganese è stato molto chiaro nelle sue conferenze stampa.

Prima di parlare di tecnica, giocate e roba di campo, si sta concentrando sulla testa dei ragazzi. Sul rettangolo verde ha espressamente affermato di volere dei “soldati” che lottino per la maglia. Soldati che devono diventare gruppo. Solo così il Catanzaro riuscirà a risollevarsi in classifica. Proprio la graduatoria va tenuta d’occhio ma con una certa distanza perché ad ora, sempre secondo il mister, l’US non è in grado di fare promesse a medio lungo termine.

Bisogna guardare di partita in partita cercando di crescere tramite il lavoro. Sono parole che possono piacere come possono far storcere il naso ad una piazza che vuole la Serie B nel più breve tempo possibile ma, forse, mister Grassadonia è riuscito a capire il vero problema di una buona rosa costruita in estate (probabilmente non da primo posto) che deve comprendere per bene sia il valore di indossare una maglia come quella giallorossa e lottare in campo come un vero gruppo.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

4 Commenti

Lascia un commento