Rassegna stampa

Rassegna stampa di martedi 11 febbraio

Catanzaro, arrivano gli stipendi e probabilmente Gianni Improta

GAZZETTA DELLO SPORT

CATANZARO – Con uno spirito sicuramente più sereno, ricomincia
oggi la preparazione del Catanzaro in vista della prossima gara interna contro
il Gladiator. Finalmente, secondo quanto detto da Poggi, l’”anima
commerciale” della nuova società (come l’ha definito il presidente
Parente), nella conferenza stampa di sabato, verranno pagati gli arretrati a
tutti i giocatori. I malumori, dunque, saranno messi da parte e, negli spogliatoi,
non si parlerà più di messa in mora o fallimento, ma solo di calcio
giocato. “L’obiettivo principale è riportare tranquillità
e fiducia ai giocatori -ha riferito il neo presidente giallorosso Parente che,
a testimonianza delle buone intenzioni, oggi sarà presente al Ceravolo
per il primo colloquio con i suoi giocatori. Il tecnico giallorosso Dellisanti,
frattanto, attende conferme importanti dalla nuova società: “Adesso
serve solo chiarezza –ha riferito- Domani il presidente Parente verrà
allo stadio? Sono contento. Finalmente potrò parlargli.”
– Quanta fiducia le dà il nuovo sodalizio?
“Non voglio esprimere pareri. Il mio unico desiderio è che ci siano
programmi seri e che vengano rispettati. Solo così si può creare
qualcosa d’importante. Se il Catanzaro si trova in C2 da tanto tempo,
è perchè mai c’è stato un progetto che sia durato
più di una stagione. L’esempio lampante che conferma il mio convincimento,
l’ho riscontrato nel Messina che perse la finale playoff contro il mio
Benevento. La serietà del loro progetto gli permise di non perdersi d’animo
e raggiungere in due anni la B. Chi vuol vincere, deve anticipare il futuro,
garantendo continuità ai programmi. E’ per questo motivo che, arrivati
a questo punto, dobbiamo sicuramente raggiungere i playoff ma, nel contempo,
costruire la squadra del futuro.”
-L’ha delusa la cessione di Mancuso?
“Non ho voglia di esprimere le mie idee in questo momento. Non mi va di
accendere polemiche. Dico solo che si è perso tanto tempo prezioso ed
è arrivato il momento di recuperarlo.”
-L’obiettivo playoff adesso sembra meno difficile. Parente ha detto che
potrebbe arrivare anche qualche buon svincolato…
“Mi fa piacere questa dichiarazione. Significa che c’è la
volontà di vincere subito. La squadra che ho, comunque, ha le potenzialità
per poter entrare nelle prime cinque posizioni. Non so se c’è qualche
svincolato interessante che possa fare al caso nostro. Forse si! Pensate che
stamattina ho letto che Cappioli potrebbe andare al Taranto…”
-E’ recuperabile lo stato d’animo dei giocatori?
“Assolutamente si, ma devono essere, anche parzialmente, pagati. Badate
che seppur vantano cinque mesi di arretrati, i nostri giocatori hanno fatto
in questo periodo gare esemplari. La loro professionalità ed il rispetto
che hanno portato a tutto l’ambiente, vanno sicuramente elogiati. Personalmente
li ringrazio pubblicamente.”
– Ripone, quindi, molta fiducia in questo girone di ritorno?
“Alleno giocatori che, anche nelle difficoltà, mai si son tirati
indietro. Figuratevi ora che i problemi si sono sbloccati, quanto ancora potranno
dare!”
Salvatore Blasco


GAZZETTA DEL SUD

Oggi prima della ripresa della preparazione il neo presidente Parente
incontrerà i giocatori
Catanzaro, si torna a parlare di play off

CATANZARO – Si è voltato pagina in società con l’avvento
di una nuova dirigenza; potrebbe farlo anche la squadra. Nel senso che, va chiarito,
riacquistata la tranquillità, può battersi da domenica in avanti
senza assilli (il primo relativo alla mancata corresponsione di cinque mesi
di stipendi), fortunatamente fino ad ora non molto condizionanti. Già,
perché non va dimenticato che, senza avere interlocutori, visto che il
presidente pro tempore Domenico Cavallaro era senza… protafogli, nonostante
principalmente il problema degli emolumenti non ricevuti, Gentili e compagni
(salvo qualche isolata eccezione) si sono comportati ineccepibilmente dal punto
di vista professionale. Anzi in più frangenti sono andati al di là,
ricordando che alle contrarietà di cui si è detto si sono aggiunte
quelle di ordine tecnico per via della pioggia di infortuni e squalifiche. Il
che è pesato relativamente sul rendimento della squadra e sui risultati.
Unica eccezione la partita di Gela che può catalogarsi tra le giornate
di luna storta che qualsiasi squadra può avere. Compreso quelle degli
alti pianeti del calcio con l’ultimo esempio fornito domenica dal Milan a Perugia.
Invece è da ricordare la bella impresa di Palma Campania dove il Catanzaro
ha vinto bene e addirittura quando si è venuto a trovare in inferiorità
numerica per l’espulsione di Ferrigno. Gentili e compagni, poi si sono resi
autori di una mezza impresa nell’ultima partita a Roma contro la Lodigiani ribaltando
lo svantaggio minimo per poi essere costretti al pareggio a poche battute dal
termine della partita da un rigore discutibile quando la squadra è stata
ridotta in dieci giocatori per l’espulsione di Falco, seguito negli ultimi minuti
da Milone. E poiché il Catanzaro spesso è rimasto vittima di decisioni
arbitrali a dir poco discutibili il particolare si trasforma in problema che,
possibilmente, richiede una soluzione o quantomeno un’attenuazione nella sua
acutezza. Questo è uno dei compiti che il neo presidente Parente deve
assolvere quantomeno lanciando un segnale agli organi preposti. Come ha fatto
lo scorso anno, allora nelle vesti di amministratore delegato della Società
giallorossa. Ora deve farlo, se possibile, con maggiore vigore consentendo alla
squadra di avere quantomeno il giusto di quanto sarà capace di dare.
E da questo punto di vista i propositi sono rinnovati. Ha parlato di obiettivo
playoff il dott. Parente nelle sue enunciazioni programmatiche; hanno confermato
i loro propositi tecnici e giocatori preventivando, ovviamente, il ritorno alla
normalità e in particolare la soluzione del problema che non li poteva
lasciare indifferenti, visto che gli stipendi mensili almeno per un gruppo di
giocatori sono il mezzo per il sostentamento o, quantomeno, per il soddisfacimento
dei loro bisogni. Cosicché nell’ambiente non ha… scandalizzato la presa
di posizione dei giocatori che sono ricorsi alla messa in mora della società,
mentre questo aspetto della lunga crisi si poteva evitare ed è facile
capire come, tanto più da quando si è delineata la contrattazione
per la cessione della Società tra i due gruppi che hanno «governato»
la Società da altre due anni. Questo richiama un altro aspetto della
crisi; vale a dire il ricorso al mercato che poteva andare al di là dell’acquisto
di Falco anche per una questione di organico, quantomeno, non il paio di scambi
che non avrebbero chiesto impegni finanziari. Ma ormai come suol dirsi è
fatta, per cui è opportuno unirsi all’ottimismo degli addetti ai lavori.
A cominciare quello del presidente Parente, per continuare alla fiducia ribadita
dall’allenatore Dellisanti e anche dei giocatori. Tutti sono concordi che la
squadra ha la possibilità di centrare il minimo obiettivo stagionale,
ovvero i playoff, per poi giocarsi le ambizioni nella coda del campionato. Intanto
oggi nel primo pomeriggio la squadra si ritroverà allo stadio per l’inizio
della preparazione che sarà preceduta dal preannunciato incontro con
il nuovo presidente della Società giallorossa.
Vito Macrìna


GIORNALE DI CALABRIA

Catanzaro, arrivano gli stipendi e probabilmente Gianni Improta

CATANZARO. Ripresa degli allenamenti oggi pomeriggio per i giallorossi del
Catanzaro dopo la pausa di campionato di domenica scorsa. Una ripresa che sarà
certamente più serena e gioiosa di quelle registrate negli ultimi allucinanti
mesi della passata gestione societaria. La nuova compagine societaria, infatti,
dopo avere smaltito gli inevitabili ”fumi” del passaggio di proprietà
si è immediatamente impegnata per risolvere i problemi più immediati.
Tra questi c’è, in primis, quello del pagamento degli stipendi
ai calciatori che da ben cinque mesi non ricevono una lira. Oggi Parente e Poggi
saranno allo stadio per parlare con gli atleti e per saldare loro una buona
fetta dei cinque stipendi arretrati, nonchè per pianificare assieme ai
giocatori la normalizzazione totale della situazione. I giocatori, dal canto
loro, rinfrancati dalla soluzione della vicenda societaria, non potranno che
accogliere con favore i nuovi proprietari del Catanzaro e le loro proposte operative.
A questo proposito, oggi Parente e Poggi potrebbero anche annunciare il ritorno
a Catanzaro di Gianni Improta come consulente del presidente e come uomo di
raccordo tra squadra e società. Con Improta c’è già
stato un primo contatto che potrebbe essere definito entro poche ore. Una notizia,
questa del possibile ritorno di Improta, che certamente troverà favorevole
accoglienza tra i tifosi giallorossi. Tutti ricordano infatti il ”baronetto
di Posillipo” come grande esperto di calcio e come uomo di indubbio stile.
Si apre oggi, insomma, una pagina nuova per il Catanzaro, una pagina che non
potrà essere che migliore rispetto a quella, nerissima, che i tifosi
giallorossi hanno ”letto” negli ultimi tre anni e mezzo.
Re.Sp.

A proposito dell’autore

Avatar

God

Lascia un commento