Avversario di turno Catanzaro News

Teramo: la banda di Tedino alla ricerca della stabilità

Luca Pagano
Scritto da Luca Pagano

Si torna in campo per il recupero della prima giornata di ritorno. Il Catanzaro fa visita al temibile Teramo di mister Tedino.

Neanche il tempo di metabolizzare la cocente sconfitta e il Catanzaro torna subito in campo per il recupero infrasettimanale della prima giornata di ritorno, interamente posticipata per via dello sciopero di tutte le società di Serie C.

La squadra di Grassadonia, che oggi ha ufficializzato Tulli e aspetta Di Piazza, farà visita al Teramo di Tedino.

La squadra abruzzese ha finora avuto un ruolino di marcia abbastanza instabile, ma al momento si trova ad una sola posizione dal Catanzaro! Infatti i biancorossi hanno finora ottenuto otto vittorie, sette pareggi e sei sconfitte con ventitrè gol messi a segno e altrettanti subiti.

Per quanto riguarda i precedenti in terra abruzzese, vige il dominio del segno X con quattro incontri su quattro terminati con il pareggio.

Bruno Tedino dopo le ultime altalenanti avventure al Palermo di Zamparini è arrivato questa estate sulla panchina del Teramo, l’allenatore ha prediletto in questa stagione il 4-3-1-2 come modulo che ha esaltato per lunghi tratti del campionato la verve di Domenico Mungo. L’ex calciatore del Cosenza però è in forse anche per questa gara per via di una noiosa colica renale che gli sta creando più di un problema.

L’ex mister del Pordenone però è riuscito nelle ultime due gare, nonostante l’assenza del suo top player, a portare a casa altrettante vittorie, riuscendo così a risalire la classifica nel tentativo di attestarsi su una posizione utile per i playoff.

Tedino fa attuare alla sua squadra un calcio caratterizzato da fraseggi tra i vari componenti della squadra,  con pressing alto e ripartenze veloci. Non è certo un mistero che Tedino sia un fan di Sacchi e Guardiola.

L’ex allenatore del Palermo ha iniziato infatti ad allenare da giovanissimo, per via di un infortunio che lo ha costretto ad abbandonare il calcio giocato a soli 22 anni e sin dalla sua primissima esperienza ha adottato sempre un calcio poco attento ai moduli di partenza ma tanto focalizzato sullo sviluppo veloce delle due fasi.

Anche quest’anno con il Teramo, il mister sta provando ad inculcare il suo credo con risultati alterni, visto che i biancorossi non hanno mai trovato una vera e propria stabilità di risultati, nonostante possa fare affidamento oltre che su Mungo, su calciatori di tutto rispetto come Bombagi, Costa Ferreira, Magnaghi, Arrigoni e Cancellotti.

Domani, Tedino schiererà quasi sicuramente con il 4-3-1-2 con cui la squadra sta trovando la maggiore stabilità, come detto è ancora in forse la presenza di Mungo.

Tra i pali troveremo Tomei.

In difesa, sull’out di destra, spazio a Cancellotti mentre a sinistra agirà Tentardini. Al centro invece troveremo Cristini e Soprano.

Il centrocampo a tre sarà formato dall’ex Carlo Ilari, con Arrigoni e Santoro.

Dietro le due punte che saranno Bombagi e Magnaghi agirà Costa Ferrerira.

Un partita importante per entrambe le squadre, una sfida sicuramente molto interessante in termini di classifica. Nessuna delle due vuole perdere altro terreno e mettere al sicuro la propria posizione per i playoff.

Probabile Formazione 4-3-1-2: Tomei, Cancellotti, Cristini, Soprano, Tentardini; Ilari, Arrigoni, Santoro; Costa Ferreira, Bombagi, Magnaghi. All Tedino

A proposito dell’autore

Luca Pagano

Luca Pagano

4 Commenti

Lascia un commento