La Striscia

Ufficializzati Risolo e Calì

Redazione
Scritto da Redazione

Il centrocampista si lega per due stagioni. L’attaccante arriva in prestito dall’Atalanta. 25 i convocati per Moccone. La Berretti affidata a Mimmo Giampà

Andrea Risolo, centrocampista, classe ’96, e Aimone Calì, attaccante classe ’97, sono due calciatori dell’US Catanzaro. Il primo si lega ai giallorossi per due anni. Negli ultimi tre campionati ha vestito la maglia del Bisceglie, prima in serie D (stagione 2016/2017) e poi in serie C (2017/2018 e 2018/2019) dove ha collezionato 66 presenze e 4 reti. Calì arriva in prestito per due anni dall’Atalanta. La squadra bergamasca lo ha prelevato dal Montespaccato Savoia, compagine dell’Eccellenza laziale, con la quale ha totalizzato oltre 60 reti in circa due anni di attività. L’attaccante, dall’indubitabile capacità di fare goal, ha iniziato la carriera nelle giovanili di Roma e Lazio prima di ripartire dalla Serie D.

25 I CONVOCATI PER MOCCONE

Comincia ufficialmente domani, con la partenza per località Moccone, a Spezzano Sila (CS), il ritiro dell’US Catanzaro, in preparazione della prossima stagione agonistica. Tra vecchie conoscenze, nuovi acquisti, calciatori in prova e giocatori del settore giovanile aggregati alla prima squadra, sono in tutto 25 gli atleti a disposizione di mister Gaetano Auteri. Kanoute, con il permesso della società, si aggregherà il prossimo martedì. A questi, nei prossimi giorni, si aggiungeranno i nuovi colpi di mercato che la società ufficializzerà a breve.

Bayeye Brian (C)

Calì (A)

Casoli (C)

Celiento (D)

Cristiano (A)

D’Ursi (A)

De Risio (C)

Favalli (D)

Figliomeni (D)

Fischnaller (A)

Giannone (A)

Kanoute (A)

Maita (C)

Mangni (A)

Moschella (P)

Nicoletti (D)

Novello (A)

Pambianchi (D)

Pellegrino (P)

Riggio (D)

Risolo (C)

Rizzitano (P)

Signorini (D)

Statella (C)

Urso (C)

LA BERRETTI AFFIDATA A MIMMO GIAMPA’

Con l’ inizio della nuova stagione calcistica anche il settore giovanile dell’US Catanzaro scalda i motori e si registrano le prime grandi manovre.

I responsabili Frank Mario Santacroce e Carmelo Moro hanno definito in sinergia con il presidente Floriano Noto le nuove cariche che riguardano le squadre del settore giovanile.
Sarà Domenico Giampà il nuovo allenatore della categoria Berretti.
Nativo di Girifalco, ha mosso i suoi primi passi da calciatore proprio nelle giovanili del Catanzaro, squadra con la quale ha anche militato nella stagione 2011/2012, quando contribuì a far vincere ai giallorossi il campionato di serie C2, e nelle stagioni 2014/2015 e 2015/2016.

Giampà negli ultimi anni ha maturato delle esperienze nei campionati dilettantistici.

Confermati i tecnici Giulio Spader (under 17 pro), Roberto Camerino (under 15 Pro) Giuseppe Teti (under 15 regionali).

Importante novità si registrano anche nell’attività di base, settore che in questi ultimi anni ha dato parecchie soddisfazioni all’US. La direzione tecnica verrà affidata a mister Fabio Putrone e quella di coordinamento e gestione a Salvatore Ferreri.

Ampliate le squadre che compongono tale attività: bisogna ricordare che l’US  Catanzaro recluta i ragazzi selezionandoli attraverso stage specifici per annate.

Gli istruttori saranno  mister Francesco Parrotta e mister Angelo Talarico che guideranno le due squadre che appartengono alla categoria Esordienti. Mister Domenico Bronzi e mister Salvatore Mirarchi guideranno i gruppi della categoria Pulcini.

Sono stati creati degli staff tecnici specifici per ogni gruppo tenendo in considerazione l’età dei ragazzi  con degli istruttori specializzati nella preparazione fisica e per il ruolo specifico del portiere.
Inoltre l’US Catanzaro ha stipulato una convezione con il Centro tecnico federale che riguarda la possibilità di usufruire dei propri campi sia per le gare ufficiali del settore giovanile sia per allenamenti settimanali per tutto l’anno. Ciò garantirà un percorso tecnico di qualità per giovani aquilotti.

Anche lo staff medico si arricchisce di una nuova figura prestigiosa come il professore Antonio Ammendolia, specialista in medicina fisica e riabilitativa e docente universitario presso l’Ateneo catanzarese.

“Siamo contenti – afferma Frank Mario Santacroce – perché il presidente ha fortemente voluto valorizzare il nostro gruppo di lavoro e puntare ancora di più sulle giovani leve”.

“Non di minore importanza – precisano Santacroce e Moro – la soddisfazione di vedere quattro giovani calciatori del nostro vivaio prendere parte al ritiro pre campionato con la nostra prima squadra. Tra questi il più giovane del gruppo sarà Alberto Cristiano, classe 2002, catanzarese doc, che già lo scorso anno ha esordito in prima squadra.

Infine alcuni nostri calciatori che quest’anno hanno militato con la squadra Berretti (classe 2000), Bruno De Pace, Jacopo Cardamone, Simone Matozzo, Domenico Pascuzzi , Antonio Messina, saranno trasferiti in prestito in società di Serie D visto le tante richieste che stanno prevenendo presso la sede di Via Gioacchino Da Fiore. La speranza è che qualcuno di loro – concludono i due – possa diventare un giocatore della nostra prima squadra dopo l’esperienza fatta”.

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

22 Commenti

  • Benvenuti nella squadra più mitica del mondo con i tifosi più appassionati e competenti!!!
    Sono sicuro che sarete le sorprese del mercato, Calí ti basta segnare la metà dei gol che segni solitamente.
    FORZA AQUILE!!!!!

  • Ha ragione Tony 72.
    A noi ….Cali’ il bomber dell’eccellenza dove gioca il Sambiase ,
    A Vicenza va MAROTTA lui si un bomber.
    Anche lui ci ha rifiutato.
    Lo ricordate quando con il suo Catania vincendo al Ceravolo, ci ammutoli’ con il dito sul naso e le orecchie aperte per sentire il nostro brusio di rammarico ?
    Per la porta si parla del giovane terzo portiere della vibonese un tal Zampaglione. Ma

  • Si parla di un sacco di cose, tipo saraniti ecc.
    Il mercato è ancora lungo, per adesso stiamo operando bene e comunque a noi basta poco per diventare uno squadrone, gli altri devono rifare la squadra.
    Il portiere è importante ma per fortuna non è un ruolo costoso.
    FORZA AQUILE!!!!

  • Aquila del nord.
    Perdonami tu sei una persona di stile e garbata.
    Non consideri le partenze di D’Ursi e probabilmente Maita.
    Se così fosse la squadra la stiamo rifacendo noi ma in peggio.
    Riepilogo sono scappati Furlan al Catania Iuliano al Potenza Bianchimano Fp .al Perugia D’Ursi al Bari e probabilmente Maita al Monza.
    Così fosse sono da sostituire 5/11 titolari.
    E li stiamo sostituendo con dei dilettanti.
    Metti i piedini a terra anche tu.

    • Bianchimano ha giocato poche partite, Iuliano non è un fenomeno, Furlan è stato un errore ma rimediabile, vendere D’Ursi è un affare, mentre naturalmente Maita deve rimanere

  • Contestiamo pubblicamente le programmate cessioni di D’Ursi e Maita.
    Sarebbe per noi una Waterloo.
    Siamo ancora in tempo.
    Svegliamoci

  • Ciao Ciccio . Sei mancato e ti ho anche rimpianto a confronto di sto Giotto3011.
    Stavolta non puoi dire che sono io che offendo .
    Hai letto come risponde offendendo sta Zampugna e Malu pitignu.
    Andiamo a dormire va.
    Buonanotte a tutti.

  • Si Ciccio, ma ora riposati un po’ il cervello e stacca un po’ da sto cazzo di internet che domani a mente fresca vedi come darsi un fiume in piena.. 😂😅😜 l’unica cosa che ci accomuna e’ che siamo d’accordo sul bluff di Auteri.. x il resto io non credo molto ne al Bari perché sono forti ai ma non e con schemi tutti nuovi da assimilare Nw la Reggina che come l’anno passato fa un’accozzaglia di nomi ma con tanti doppioni w gente fuori forma e soprattutto senza gioco ..
    il Catanzaro in realtà la squadra l’aveva già .. pur non cambiando una virgola sarebbe stata già la più forte In questo campionato vedremo presto che farà Auteri e i nuovi innesti .

  • Ok Ciccio accetto il tuo consiglio.
    Vado a dormire. Comunque hai detto bene e anch’io lo sto rimarcando : la squadra il Catanzaro L’aveva…..
    Auguriamo che non parta oltre D’Ursi anche Maita. Questo è quello che io dico.
    Buonanotte a tutti.

    • Sai il Dio denaro spesso e volentieri riesce anche snaturare e mutate completamente come on qoesto caso una macchina quasi perfetta al netto degli errori del tecnico nel finale e anche in qualche altra gara alla portata della corazzata giallorossa .. e poi vedi il caso Furlan., x i soldi sta gente si vende anche la mamma ..

  • Inizia kanute come ha finito sempre a farsi gli affari suoi sempre rotto e quando ha giocato ha sbagliato un rigore a Trapani che valeva una stagione.la società gli concede ancora permessi : ma chi è? Dio in terra? Mah !

  • Buongiorno Storico 57.
    Attento non dire la verità, altrimenti anche di te diranno che sei uno destabilizzatore nu scemu e tante offese gratuite.
    Questi tifosi barbini e dell’ultim’ora non conoscono la nostra storia gloriosa.
    Resto di stucco come Francuccio, anche lui come noi della vecchia pasta di quelli che abbiamo fatto la guerra calcistica a l’Italia intera girandola in lungo e largo, si lasci incantare da questi novelli e barbini commentatori e non tifosi.
    Noi siamo il Catanzaro e criticare non significa distruggere ma Amare.
    Buona Domenica a tutti

  • Caro Francesco tu eri piccolo ma ricordo le critiche piovute ai danni della società giallorossa di allora quando comprammo Edy Bivi dalla Mestrina. Un perfetto sconosciuto che diventò vicecapocannoniere in serie A. Calì è sconosciuto ai più chissà……Forza Catanzaro

  • grande Francuccio….e chi sa mai va che ogni tanto anche a noi ci capita qualcuno di buono…del resto se ti ricordi…anno scorso peste e corna su D’Ursi …a dire cu è stu scemu e duva vena ma chi u pigghiaru a fare…i sapientoni …..i guru del pallone sai…ci stanno e si saranno sempre…

  • Scusa Francuccio a me non va da prendermi in giro , tu continua aprenderti in giro e fai contento ad Apofis.
    Bivi era capocannoniere della Mestrina (la vecchia Mestre che si è fusa con Venezia formando la società Unione Venezia ) in serie C ed era il centravanti capocannoniete della Fiorentina primavera campione d’Italia.
    Qui stiamo parlando non di un bomber di C , NÉ di un bomber del campionato dilettanti bensì del campionato di Eccellenza.
    Forse ancora non hai capito e NÉ metabolizzato.
    Qua c’è la stanno scivolando senza……
    E godete pure..

Lascia un commento