La Striscia

Presentati Urso e Mangni

Il centrocampista: «Sono qui per vincere». L’ex Monopoli: «Alla chiamata dei giallorossi non ci ho pensato due volte»

50 giorni dopo l’ultima gara ufficiale della passata stagione, il Catanzaro si è ritrovato, ieri, al Benny Hotel per iniziare la scalata verso la Serie B. Cinque i volti nuovi presenti al raduno in centro città: gli acquisti Urso e Mangni ai quali si aggiungono il centrocampista ex Bisceglie Andrea Risolo, il francese esterno destro Bryan Bayeye, classe 2000 che resterà in prova ed il centrocampista Novello, 21 anni, proveniente dal Glacis United (Gibilterra).

L’ATTACCANTE CALI’ AL CATANZARO

Questa mattina, l’attaccante Aimone Calì, sulla sua pagina Facebook, ha annunciato il suo approdo in giallorosso attraverso queste parole: Stamani ho firmato per il Catanzaro e fra poco sarò in volo per raggiungere i miei nuovi compagni di squadra. Un grazie alla Società e al Mister che mi hanno fortemente voluto e all’ Atalanta Calcio per aver creduto in me e aver deciso di sostenermi in questa nuova esperienza! Forza Giallorossi!!!”

PRESENTAZIONE URSO E MANGNI

Sono stati presentati alla stampa i neoacquisti Urso e Mangni. Di seguito le parole dei due calciatori.

URSO

<<Sono contento di essere qui. È una piazza che mi ha voluto fortemente, anche l’anno scorso. Spero di ripagare la fiducia di questa grande società e dell’allenatore che già conosco con le prestazioni. Sono qui per vincere, non per fare comparse. Sono un centrocampista centrale duttile. Eseguo fase offensiva e difensiva senza problemi. Mi metto a disposizione con grande umiltà e voglia.

Ci teniamo a fare bene. L’obiettivo è fare il meglio possibile togliendoci grandi soddisfazioni tutti insieme.

Il problema dell’anno scorso era relativo al Matera. Sono rimasto impelagato in quella situazione fino a gennaio quando sono giunto alla Virtus Entella, con cui ho ottenuto la promozione.

L’anno scorso avevamo un grande gruppo specialmente dentro lo spogliatoio. In questa stagione uno dei motivi principali per il quale faremo bene è il gioco del mister.

Penso di essere un giocatore forte mentalmente. Non ho avuto grossi cali ma ho effettuato scelte sbagliate e da queste si impara. Conoscevo Casoli per l’esperienza a Matera e Figliomeni con cui ho giocato a Vicenza.

Allenatore e società sono un tutt’uno. Spero di ricalcare i campi della Serie A dopo il mio esordio a 17 anni. Il mio auspicio è tornare in B, già con questa maglia.

In uno spogliatoio coeso come questo si entra in punta di piedi cercando di fare gruppo da subito>>.

MANGNI

<<Seguivo sempre il Catanzaro e sapevo che segnava molto. Alla chiamata dei giallorossi non ci ho pensato due volte. Devo dimostrare di essere all’altezza delle squadre dove gioco. Sono contento dell’apprezzamento dell’Atalanta, ma devo pensare a fare bene qui.

Mi sento una seconda punta. A Monopoli giocando a due potevo girare dove volevo. Qui il mister gioca a tre punte e posso adattarmi ovunque. Sono a disposizione. Spero di rifare il campionato dell’anno scorso e se succede questo vuol dire che con la squadra le cose vanno bene. Sono sempre con il sorriso. Cerco di mettermi a disposizione. Essere qui è una sfida che mi piace. So che il pubblico è caloroso e mi piace.

L’anno scorso a Monopoli dominammo abbastanza. Qui abbiamo perso. Mi piaceva come giocava il Catanzaro. Quando partivano erano imprendibili>>.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

34 Commenti

  • Aquila dai il benvenuto a tutti compreso Risolo retrocesso col Bisceglie, Cali dall’eccellenza, Novello da Gibilterra e prima ancora dai dilettanti della Palmese.
    A Bari annunciano top player, idem a Catania Ternana e Reggio Calabria. La Reggina dopo gli acquisti di Guarna che insieme a Frattali del Bari e Furlan del Catania è tra i migliori portieri della lega pro, da noi invece per la porta ci Rifiuta un certa Barba della carrarese, cala il tris a centrocampo con l’arrivo di De Rose, Bianchi reduce da 2 campionati vinti Con Novara e Cremonese e quel Paolucci del Monopoli che aggiunti a Strambelli e Bellomo formano il centrocampo più forte di tutta la lega pro.
    Noi solo dilettanti.

  • Dimenticavo Sounas sempre dal monopoli.
    Abbiamo capito il parco giocatori degli altri.
    La scorreggina ha un centrocampo fortissimo formato da Sounas, Paolucci, Bianchi, De Rose, Strambelli, Salandria, Zibert e Bellomo.
    Da un sito veronese danno vicino il Passaggio di Pazzini alla Reggina che insieme a Baclet e Doumbia formano secondo i media un attacco atomico.
    Guardate gli organici della Ternana, Bari e Catania.
    Nessuno dei media ci caga più.
    Purtroppo

    • Ma quale Pazzini,non è mai sceso sotto la B ed ora è tornato in A col Verona.Scenderebbe in C?
      Baclet non è granché ,Doumbia discontinuo,come al Lecce

  • Ognuno dà il suo giudizio.
    E del centrocampo della Scorreggina che dici.
    Bellomo Strambelli Sounas Paolucci
    De Rose Bianchi Salandria
    E il portiere il nostro concittadino Guarna.
    A noi un certo Barba (tu sai chi e’ )per la porta ci ha rifiutato
    Speriamo che dopo D’Ursi Furlan Iuliano Bianchimano non ci abbandoni il nostro capitano Maita.
    Purtroppo questa è la verità Poi possiamo raccontarci le barzellette

    • D Ursi ancora nn è andato via se nn erro , e se lo facesse cmq lo pagano e i soldi verranno reinvestiti

      Al posto di Iuliano c’è Urso e onestamente i due giocatori si equivalgono . E c’è anche Risolo che è vero che è retrocesso, ma ricorda ke Iuliano era senza squadra

      Bianchimano è uscito e visto le prestazioni menomale direi; al suo posto c’è il neretto ke ci farà divertire ed è sicuramente meglio

      Furlan ha deciso di andare via , ne prenderemo uno altrettanto bravo

      Inoltre dovremmo aver perfezionato Martinelli ( grande acquisto ) e DiLivio . Anche se nn essendo ufficiali eviterei di farci affidamento e parlarne

      Ricordiamoci ke abbiamo (a differenza di altri ) un intelaiatura importante e nn abbiamo bisogno di grandissime manovre , acquisti mirati e funzionali . Se poi ci aspettiamo il mercato del Bari penso siamo completamente fuori strada .

      Un saluto a tutti

        • aaaaaaaaaaaaa oramai finisco , ho dimenticato di menzionare Cali’, sarà una grandissima sorpresa, ha fame , lo conosco bene e si prenderà il proprio spazio ( e anche di più ) e il popolo giallorosso adorerà un giocatore come lui che da tutto per la squadra e per i compagni

        • Esattamente Giotto 3011.
          Continuiamo a raccontarci le barzellette.
          Sarà il campo poi a decidere e speriamo che sia serie B o Retrocessione.

  • Anche se l’ho già fatto.
    Benvenuti nella squadra più mitica del mondo con i tifosi più appassionati e competenti!!!
    Sudate la maglia ed andremo insieme in B

  • A Bari arriva anche Folhorunso, a Reggio Il centrale Bianchi serie A con Parma e Samp e gli attaccanti Reginaldo e Corazza.
    Hanno sia il Bari che la Reggina ufficializzato 11 professionisti noi il Catanzaro solo 4 giocatori tra cui 1 dilettante bomber del campionato di Eccellenza.
    Ancora senza portiere dopo ben 3 rifiuti ricevuti
    Comunque sarà il campo a dare il verdetto se Promozione o Retrocessione

  • Concordo Francuccio.
    Un grande in bocca al lupo. Sarai il nostro prossimo mister anche se mi auguro che Auteri si mangi il panettone

    • Stai tranquillo che il mister oltre al panettone si mangerà anche la colomba ed a maggio stapperà lo spumante per festeggiare la promozione.Forza Giallorossi Sempre.

      • Me lo auguro di vero cuore con la conferma di D’Ursi e Maita.
        Altrimenti barzellette.
        Purtroppo mi difficile credere e sai perché, chi vuol andare in B non stravolge la formazione lasciandosi sfuggire Furlan per motivi economici D’Ursi e probabilmente Maita .
        Che pensi Aquila 947.
        Tutti abbiamo la B sulla bocca ma purtroppo il film a cui stiamo assistendo è questo è purtroppo il titolo è Ridimensionato.
        Poi sarà il campo il vero arbitro

  • Con l’arrivo di un portiere affidabile ed un centrale forte di centrocampo, ma forte, al posto di Maita, siamo a posto……dimenticavo con Paponi o Sariniti ci giochiamo il primo posto con il Catania. Il Bari e la Reggina saranno le grandi delusioni del campionato…….forza Aquile

  • Qualcuno mi vuole dire visto che lo sto leggendo dove è stato pubblicata la partenza di Maita e di D’urso in quanto io non l’ho letto su nessun sito c’è l’interessamento di qualche società per D’Urso ma ancora nulla è concluso piuttosto mi preoccuperei per il portiere visto che quelli acquistabile sono scomparsi. Grazie e sempre FORZA GIALLOROSSI

  • denigrare sempre mah….ci sono altri campionati da guardare e da criticare e quindi se questo del catanzaro non vi piace nessuno vi costringe a vederlo e mi fermo qui non rispondo più a tante cazzate !!

      • Stefano e giotto per Dio perché chiami denigratori chi riporta la realtà delle cose .
        Purtroppo non abbiamo un portiere Furlan è scappato .Mettiamo te in porta ?
        D’Ursi martedì prenotate visite mediche a Villa Stuart per conto del Bari. Leggi tutto bari calcio.
        Maita promesso al Monza.
        In settimana ci fa by by e vola ad Arcore.
        Invece di offendere gratuitamente approfondite.
        La società ci sta scivolando il ridimensionamento tutto piano piano.
        Grandi tifosi voi , ditemi i colpi che abbiamo fatto.
        I migliori giocatori li hanno presi Monza Vicenza (colpo Marotta a noi la chiacchera ) Ternana Bari Reggina Catania.
        Noi siamo il Catanzaro… ed aspartiamo ed accogliamo dilettanti.
        Sveglia andiamo a protestare sotto la sede prima che sia tardi.

  • Se per Maita o qualche altro arrivasse un’offerta dalla serie B o A è giusto che lasci Catanzaro perché è il sogno di ogni calciatore salire di categoria e poter ambire alla serie A. Palanca andò al Napoli non perché non amasse Catanzaro ma perché ogni calciatore sogna di poter giocare in una grande squadra ed è giusto sia così. Non capisco la scelta professionale di Furlan che lascia Catanzaro per andare a Catania è restare in serie C e nel calcio se insegui i soldi non vai da nessuna parte.

  • Stefano e Giotto mia madre che mi vuole bene mi faceva piangere.
    Chivoleva il mio male mi faceva ridere.
    Contenti voi.
    Aquile non tarpiamoci le ali , voliamo in cielo e coloriamolo dei nostri colori.
    IO AMO IL CATANZARO

Lascia un commento