Catanzaro News Le pagelle

V.Francavilla-Catanzaro 4-0: le pagelle

Giovanni Sicilia
Scritto da Giovanni Sicilia

Nella larga sconfitta dei giallorossi non si salva nessuno. Squadra involuta e in totale balia dell’avversario

BLEVE: impossibilitato nell’intervenire su tre dei quattro gol subiti. Forse avrebbe potuto fare qualcosa in più sul secondo gol quando dopo un miracolo non riesce a deviare a sufficienz il tiro di  Di Cosmo. VOTO 5,5

MARTINELLI: disattenzioni continue e poca precisione nei passaggi. Tanti errori ed un autogol che non fanno che peggiorare la già insufficiente prestazione del centrale di sinistra. VOTO 4

ATANASOV: prima partita negativa del centrale arrivato a gennaio. Insufficiente nelle marcature e troppo lento a far ripartire le azioni. Entra in maniera sconsiderata e procura il calcio di rigore del 3-0. Soffre l’imprevedibilità del duo offensivo e va spesso in difficoltà. VOTO 4,5

CELIENTO: nella gara infelice dei giallorossi è uno dei pochi a non fare una figuraccia. Anche lui però sbaglia il rinvio che concede il secondo gol della Virtus. VOTO 5,5

CONTESSA: partita imprecisa a conferma di un periodo di forma negativa. Non è lucido nell’affondare e nel difendere con ordine. VOTO 5

CORAPI: il regista catanzarese sembra appannato ed a corto di fiato fin da subito. Subisce molto il pressing degli avversari e non riesce come al solito a dare ordine alla manovra. VOTO 5

IULIANO: subentrato al settantesimo, il brasiliano ha poco da dare ad una gara ormai già conclusa. La sua fisicità e la sua garra al centro del campo si sentono ed evitano ulteriori imbarcate al Catanzaro ormai spento. VOTO 6

URSO: non si capisce il perché sia stato mandato in campo dall’inizio dopo il lungo stop e i pochi minuti accumulati recentemente. Non è al meglio della forma fisica e non riesce a tenere i ritmi di gioco adeguati dettati dagli avversari. VOTO 4,5

STATELLA: nel primo tempo è bloccato. Prova qualche discesa ma non riesce a dare la svolta. Le sue prestazioni non riescono a convincere e viene mandato in campo solo per evitare la squalifica dell’ormai titolare Casoli. Irriconoscibile. VOTO 5

CASOLI: senza voto

CARLINI: messo sulla trequarti con l’intento di rifinire il gioco e fare da raccordo tra la linea d’attacco e quella del centrocampo, non riesce mai ad incidere. Subisce un pressing costante che lo porta a cercare palloni utili nella posizione di regista basso. Con le spalle alla porta non riesce a sprigionare le sue qualità e viene ingabbiato al meglio. VOTO 5

GIANNONE: entra a risultato ormai acquisito e con la squadra sfiduciata. Prova a dare qualche strappo per trovare il gol della bandiera ma sembra brancolare nel buio. VOTO 5,5

BIANCHIMANO: la punta giallorossa conferma il momento no con una prestazione ancora una volta negativa. Prova a conquistare qualche pallone grazie al suo fisico ma non basta questo per una sufficienza.  VOTO 5

DI PIAZZA:  è l’unico giocatore ad avere la possibilità di segnare e portare in vantaggio i giallorossi. Ma purtroppo si divora l’occasione che avrebbe cambiato la partita allungandosi il pallone in un tu per tu con il portiere avversario. Troppo superficiale sulla ripartenza che porta al calcio di rigore del triplo vantaggio per i padroni di casa. Per il resto non si rende mai pericoloso e soffre sempre la pressione avversaria. VOTO 4,5

BAYEYE: senza voto

AUTERI: questa volta il mister di Floridia manda in campo una formazione non proprio impeccabile. A sorpresa tornano dall’inizio Statella e Urso che non convincono. Cambia modulo con Carlini trequartista dietro a due prime punte che insieme non sembrano trovarsi a loro agio. Lascia fuori Casoli e De Risio diffidati dimostrando che la squadra è già con la testa al derby di mercoledì. Inoltre i giallorossi sembrano stanchi, forse per i carichi di lavoro eccessivi del momento. Dopo questa sconfitta anche per lui non può che esserci una grave insufficienza. VOTO 4.5

A proposito dell’autore

Giovanni Sicilia

Giovanni Sicilia

12 Commenti

  • Bleve poteva fare qualcosa sul terzo gol realizzato su calcio di rigore?
    Celiento ha sbagliato il rinvio sul secondo gol e non sul terzo, per cui si intuisce che in entrambi i casi si voleva parlare del secondo gol.

  • Il problema, spero di sbagliarmi , che questa sconfitta pesera’ a livello mentale sulla partita di mercoledi’ , mi auguro che i giocatori resettino tutto quello che e’ successo e mantengano alta la concentrazione. Ai tifosi dico , cerchiamo di sostenerli il piu’ possibile la cosa piu’ importante e’ rimanere attaccati ai playoff poi si vedra’.

  • Se anche la vobonese vince a caserta, vuol dire che nella nostra squadra, nonostante i vari cambi qualche cosa non funzionerà mai. Martinelli il peggiore, se non si vuole continuare a perdere sempre per sua colpa, bisogna mandarlo a riposo forzato, insieme a lui statella di livio urso nicoletti di piazza carlini e qualche altro: I nomi purtroppo non servono. Un allenatore che non riesce a trovare le contromisure per quando ci pressano sia con i vecchi giocatori sia con i nuovi, considerando anche lo scorso torneo, vuol dire che è supera tatticamenteto anche dai più sprovveduti allenatori, tranne che da quell’incapace di grassadonia. Mercoledì obiettivamente sarà molto dura. Ieri la reggina per 90 minuti non ha fatto uscire dalla sua area la paganese che comunque si è difesa con ordine, non come la nostra difesa, che grazie sopratutto a martinelli, traballa ad ogni leggero soffio di vento, figuratevi quando arriva un uragano come la reggina, saranno dolori. Spiace dirlo ma dobbiamo essere preparati al peggio.

    • Mi piace il tuo concetto “Un allenatore che non riesce a trovare le contromisure per quando ci pressano sia con i vecchi giocatori sia con i nuovi, considerando anche lo scorso torneo, vuol dire che è SUPERATO TATTICAMENTE anche dai più sprovveduti allenatori” E’ una cosa che in pratica dico da un anno o più, in C si gioca in modo diverso!!!

  • L importante è entrare nei playoff , poi inizia un altro campionato ! Preferisco una squadra Ke voli a maggio rispetto ad una Ke fa stropicciare gli occhi a febbraio. C’è gente che critica Carlini , qui da 15 giorni ( come se a milano si mettesse in discussione eriksen ) . Ognuno vede il calcio a modo proprio , ad oggi nn sono preoccupato e spero si arrivi a maggio con le gambe migliori degli altri !

  • LO MONACO CHISSA’ QUANTO HA FATTO PAGARE A NOTO QUESTO DI PIAZZA CHE AL MOMENTO NON VALE 2 LIRE E POI IL PERUGIA IL PRESTITO DI BIANCHIMANO , ALTRO SALASSO , INFANTINO INTANTO VOLA , E DA NOI ERA UN CADAVERE . TUTTO CIO’ HA VERAMENTE DELL’INCREDIBILE .

  • Che stronzata questa cosa che i nostri hanno la testa al derby. la reggina neanche ci caca. mercoledì arriverà bella carica e ci distruggerà e a me sinceramente non importa un cazzo, preferisco perdere tutti i derby da qui a 30 anni, ma almeno vedere il catanzaro giocare in Serie A. anzi. e poi che importanza ha questo derby? nulla! non siamo mica secondi in classifica e ci stIamo giocando la promozione diretta. le partite importanti da vincere sono contro il francavilla, il potenza e il teramo. sveglia però non facciamo i cazzoni..ci vantiamo da anni che il cosenza non vince mai contro di noi, però intanto ci guarda dall’alto verso il basso. certo che il catanzarese è prorpio coglione, a lui interessa prima vedere se il cortone e il cosenza hanno perso e poi vede quello che fa il Catanzaro..SVEGLIA

    • Intanto ricordati l’umiliazione della “bacinella”. Questa partita serve vincerla perchè sarebbe come un elettroshock nella mente dei giocatori.
      Perchè non capire che il calcio oltre che gioco e stimolo intellettivo? Credetemi: vincere contro la Reggina (tutto il rispetto per una squadra che pochissime società sono riuscite a plasmare in serie C nel corso degli ultimi decenni) sarebbe a seguire correre come la Freccia Rossa!!!!!!

  • Caro CORNER53, io tu e pochissimi altri che frequentano questo forum non abbiamo le bende agli occhi. Io ho sempre cercato di dire le cose sia positive che negative con obbiettività, a differenza di altri che si fregiano di essere amici di questo o di quel giocatore o allenatore etc…, pronti e preparati ad offendere chi non la pensa come loro. Purtroppo dopo una sontuosa campagna acquisti, e su questo bisogna dare merito alla società, stiamo assistendo, tranne le prime tre partite del nuovo corso, vinte con squadrette, al film dell’ultima parte dello scorso torneo ed alla prima gestione auteriana, e tal proposito una domanda mi sorge spontanea, come mai un allenatore così navigato non riesce a trovare il bandolo della matassa? Se alle conferenze stampa ci viene detto che i ragazzi si sono preparati bene che abbiamo fatto un lavoro durante la settimana eccellente, che non sono i singoli ad essere importanti ma il filo conduttore del gioco e bla bla bla…. poi durante la partita vediamo che il filo della corrente si è staccato e non c’è luce , che alcuni giocatori sia per impegno che per qualità e per impostazione sono dei fantasmi in campo e per tale motivo determinano sconfitte così amare come con il francavilla, che verrebbe voglia di buttarli a mare, vista la mancanza d’orgoglio o di qualsiasi altra reazione. Allora di chi è la colpa? di noi tifosi che li coccoliamo nella speranza di vedere trionfare il nostro Catanzaro, o di alcuni calciatori come martinelli nicoletti di piazza carlini statella urso di livio o anche di auteri che non riesce ad avere schemi alternativi per uscire dalla morsa del pressing avversario? Per il prossimo campionato c’è Pierino Braglia disponibile e per la serie C è veramente il numer uno.

Lascia un commento