Catanzaro News La Striscia

Verso il Bari: doppia seduta per i giallorossi

De Risio riprenderà il posto in mezzo al campo insieme a capitan Corapi. L’ex Maita: “A Catanzaro partita non come tutte le altre”

Terminato anticipatamente il ritiro a Steccato di Cutro, le aquile hanno ripreso la preparazione alla difficile sfida con il Bari di lunedì a Giovino con una seduta d’allenamento al mattino, mentre nel pomeriggio la squadra si è trasferita al “Ceravolo”.

La società ha deciso di porre fine al ritiro ieri sera con un comunicato. La squadra sarebbe dovuta rimanere a Steccato di Cutro fino a lunedì, giorno del gara contro i galletti.

Dalle indicazione degli allenamenti sembrano quasi tutti recuperati, tranne il lungodegente Di Gennaro ed il fantasista Di Livio. I grandi dubbi rimangono su Atanasov che sta riprendendo contatto con il terreno di gioco ma potrebbe non essere rischiato con la vicecapolista. Potrebbe essere più probabile rivedere il bulgaro in campo a Vibo Valentia con il Rende. Sicuro assente sarà Casoli per squalifica.

Giuseppe Statella: calciatore del CatanzaroSulla formazione che il tecnico Auteri dovrebbe mandare in campo prende sempre più corpo l’idea di rivedere la difesa che non ha mal figurato con la Reggina, ma che di certo non ha effettuato una prova sufficiente a Potenza, ovvero con Celiento, Riggio e Martinelli. A centrocampo Statella dovrebbe riprendersi la fascia destra, Contessa quella di sinistra (dopo il turno di riposo concesso al “Viviani” salvo entrare nell’ultimo quarto d’ora). In mezzo con capitan Corapi tornerà De Risio. In avanti, finalmente il tecnico di Floridia potrà contare nuovamente su Tulli. Di Piazza e Bianchimano si giocano il posto da centravanti; Carlini, Kanoute e Giannone l’ultima maglia.

QUI BARI

Il Bari vicecapolista ed imbattuto da 24 turni, giungerà al “Ceravolo” con due ex importanti: l’ex capitano Maita (cinque stagioni in giallorosso) ed Eugenio D’Ursi che realizzò 14 reti nello scorso campionato con le aquile. Per loro non sarà sicuramente una partita come tutte le altre. Se da un lato Maita è cresciuto con il Catanzaro, dall’altro D’Ursi si è costruito una certa reputazione con l’US, anche se questa stagione sembra particolarmente complicata per il classe 1995 con appena 2 reti e delle 17 presenze soltanto in due circostanze è partito titolare.

Maita ha rilasciato delle dichiarazioni per il sito ufficiale dei pugliesi, esprimendosi con questi termini: “Quella contro il Catanzaro per me non può essere una partita come le altre; sono stato lì cinque anni, ho passato momenti bellissimi, per cui sarà una partita speciale. Al di là di questo spero di poter dare il mio contributo per portare a casa quanti più punti possibili”. Nei galletti sarà presente un altro ex: il difensore Di Cesare. Nel 2005-2006 in Serie B vestì la maglia giallorossa in cinque gare.

Certamente i biancorossi verranno a Catanzaro per ottenere il primo successo esterno del girone di ritorno sperando in un risultato negativo della Reggina a Picerno. Ma, attenzione, perché i pugliesi potrebbero presentarsi da terza in classifica se il Monopoli dovesse battere la Casertana. I pugliesi vorranno di certo giocarsi le ultime carte per il primo posto ma dovranno guardarsi anche alle spalle perché lo stesso secondo posto non è sicuro.

CATANZARO-BARI: QUELL’ESORDIO DA BRIVIDI IN B

L’ultimo precedente al “Ceravolo” tra giallorossi e biancorossi fu uno scialbo 0-0 disputato il 13 novembre 2005 con mister Guerini in panchina. L’anno prima, invece, fu una partita memorabile ed indimenticabile per tutta Catanzaro. Ben 14 anni, 3 mesi ed 8 giorni dopo quello 0-0 tra Catanzaro e Barletta, le aquile tornarono a disputare un match di Serie B proprio contro il Bari. Era l’11 settembre 2004 e di fronte ad oltre 10 mila spettatori i giallorossi guidati da Braglia si ripresentarono in una categoria consona al blasone della piazza dopo la meravigliosa cavalcata del 2003-2004 che valse, appunto, la promozione. Al 13′ lancio di Mauro Briano per Giorgio Corona che scattò in posizione regolare, vinse un rimpallo con Gillet e trafisse il portiere biancorosso. Esordio migliore per il centravanti in B non poteva esserci. I pugliesi, però, non si diedero per vinti e riuscirono a pareggiare con Carrus su calcio di rigore al 4o’. Nella ripresa capitan Benny Carbone  decise il match al 73′ con un bel gol sotto la “Mammì”.

RENDE-CATANZARO: VARIAZIONE DI ORARIO

Il derby tra Rende e Catanzaro, previsto per domenica 15 marzo verrà giocato alle ore 15.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

2 Commenti

Lascia un commento