Intervistiamo

Claudia Penoni, un’amica del Catanzaro in TV a Zelig-Off

A dispetto del suo cognome, un’artista con due attributi cosi’. Ha imparato a conoscere Catanzaro per ragioni sentimentali, ed e’ sempre allineata sulle sorti “Domenicali” delle Aquile giallorosse, nonostante la C2

Claudia sa dar voce ai personaggi del cinema e della televisione, e´ una doppiatrice professionista, un´attrice di teatro e televisiva con una significativa esperienza alle spalle. Ha lavorato con Iacchetti e Greggio “Benedetti dal Signore”, ha fatto capolino nella “Grande Notte” di Gene Gnocchi alla Rai , ultimamente imperversa nella trasmissione “Saturday Night Live Show” su Italia 1. Prossimamente la vedremo allo Zelig-Off condotto nella prima puntata da Claudio Bisio e Teresa Mannino, su Canale 5 (www.claudiapenoni.it il suo sito internet). A tal proposito ricordiamo come nella storia di Zelig/Zelig-Off, siano venuti fuori numerosi comici ormai affermati; Zelig in tal senso rappresenta un laboratorio-trampolino per i migliori artisti del settore negli ultimi anni.

CN: Quel’e’ l’esperienza  o l’evento che la ha convinta che fare l’artista sarebbe stato il suo futuro?
Claudia: quando tanti anni fa mi divertivo a fare le imitazioni, cosa che a detta degli amici mi riusciva piuttosto bene tanto da spingermi ad iscrivermi ad una scuola di teatro.

CN: Quali le prerogative di un artista comico; e’ vero che molti grandi artisti comici hanno nel cuore l’interpretazione drammatica. Da dove nasce la scelta di fare del comico e o del drammatico o altro, nel campo della recitazione?
Claudia: Che se riesci a far ridere alla fine stai meglio anche tu. Riuscire a far piangere secondo me è più facile ma il problema è che alla fine, quando torni a casa, per stare meglio, devi trovare qualcosa per ridere….altrimenti che tristezza!

CN: Questa domanda non era per caso. Come interpreterebbe lei i sentimenti dei tifosi del Catanzaro dediti alla causa giallorosa in modo morboso quasi a rasentare il paradossale, mai domi anche nella sconfitta e nell’umiliazione ora anche di un fallimento? Quale personaggio o quale frase potrebbe inventare per rappresentarli al meglio, visto che lei conosce bene la tipologia di essere umano “malato d itifo” che sto descrivendo?
Claudia: Eccome se la conosco questa tipologia! Infatti non devo nemmeno inventare un personaggio per rappresentare il tipico tifoso giallorosso. In casa ho: animali, oggetti vari, ricordi della nonna e…..il tipico tifoso giallorosso, mio marito!  Ottimista fino alla nausea, con il suo sorriso stampato sulla faccia all’inizio di ogni partita ma che ultimamente si tramuta nell’arco di 90 minuti in una “maschera neutra”. Chissà che qualche volta in futuro il “giallorosso” non mi accompagni in scena.

CN: E’ a conoscenza dell’attuale situazione del Catanzaro in C2,  quando interpreterà un personaggio legato al mondo del pallone giallorosso? quale messaggio desidera dare ai tifosi inguaribili.
Claudia: Per quanto riguarda un nuovo personaggio giallorosso l’ho già in cantiere, ho in mente la moglie di un tifoso del Catanzaro che lo accompagna alle partite in casa e soprattutto in trasferta con tutto quello che si vive durante queste giornate. Non sarà difficile oltretutto per me trovare degli spunti visto che è un esperienza che ho vissuto in prima persona seguendo spesso mio marito (a Catanzaro ci sono diversi testimoni). Una giornata, in particolare, porto nel mio cuore: ad Ascoli dove la città e lo stadio erano colorati di giallorosso. Il resto è storia. Quante lacrime di gioia e commozione. La frase che mi viene spontanea per tutti i tifosi è di non mollare mai, la passione è il motore che muove ogni cosa e mai nessuno potrà portarcela via.

CN: quale sarà il suo impegno nel prossimo futuro e che personaggio porterà alla ribalta, uno allegro, un malato cronico, un paranoico, un anziano o che altro?
Claudia: Sto per cominciare questa avventura a Zelig Off proprio adesso con la “Signora Varagnolo”, una signora di una certa età apparentemente tenera ma che dentro nasconde un cinismo spiazzante, quindi mi concentrerò soprattutto su di lei,  sperando di portare qualche sorriso nelle case di tanti calabresi che vivono in Italia. Zelig Off e’ stato un trampolino per molti nel passato, e’ divertente anche per gli artisti lavorarci.

CN: Chi sono i due artisti che di piu’ le sono rimasti nel cuore nella storia del teatro e della cinematografia italiana?
Claudia: Senza dubbio Vittorio De Sica e Marcello Mastroianni.

CN: Torino, Verona, Catanzaro, Milano; un aggettivo per questi posti che lei ha certamente conosciuto.
Claudia: Ne userò due per città      Torino: elegante e misteriosa   Verona: “la bella e la bestia”  Catanzaro:  meravigliosa e accogliente   Milano: caotica e fantastica

A presto su Zelig-Off (Martedi 23 Gennaio – Canale5) e si spera con un Catanzaro in zone migliori di classifica.

Davide Pane

A proposito dell’autore

Avatar

Davide Pane

Lascia un commento