Catanzaro News Interviste video

Auteri: «Comunque andrà non sarà decisiva» [VIDEO]

Giovanni Sicilia
Scritto da Giovanni Sicilia

Le dichiarazioni del tecnico giallorosso alla vigilia del derby di Reggio Calabria

Nella vigilia dell’attesissimo derby di domani contro la Reggina, ha parlato mister Auteri, rilasciando le sue dichiarazioni nella consueta conferenza pre partita.

Il tecnico dei giallorossi ha esordito parlando della preparazione della gara contro gli amaranto: “Sono partite che non hanno bisogno di alcuna presentazione. Match molto sentiti dalle tifoserie di due squadre con tanta tradizione calcistica. Forse sentiti anche per altri motivi che sono assolutamente fuori luogo. L’importante è arrivare a queste partite con serenità, equilibrio e grande motivazione. E’ altrettanto decisivo non caricare di troppa pressione su chi non ne ha mai giocate di gare così. Per vincere questi tipi di match si deve essere attenti al dettaglio perché si giocherà sugli episodi, sui particolari a cui dovremo fare attenzione. Ma dico che non sarà una partita decisiva perché il campionato è ancora lungo”.

Poi, analizzando la gara che potrebbe essere quella di domani, il mister aggiunge: “Si affrontano due squadre forti, ma siamo comunque alla 9° giornata di un campionato nato da poco. Abbiamo anche noi delle frecce al nostro arco e ce le giocheremo. Dovremo essere capaci di invertire la nostra tendenza delle ultime partite in trasferta dove, in passato, abbiamo già dimostrato di poter essere solidi, disposti al sacrificio ed alla sofferenza per portare a casa la vittoria. Purtroppo abbiamo commesso degli errori ma penso che da questo punto di vista, nella gara di domani, si vedrà un netto miglioramento. Anche perché sarà un match molto più equilibrato rispetto all’ultimo precedente, dove si affrontano due squadre attrezzate alla vittoria finale del torneo. Loro, per esempio, hanno migliorato molto la qualità dei giocatori e sono molto ben allenati. Noi domani faremo la nostra partita e vedremo come andrà a finire”.

Ipotizzando quello che potrebbe essere il prosieguo della stagione, il tecnico afferma: “Noi sulla carta ce la possiamo giocare contro qualsiasi squadra, ma poi questo va dimostrato sul campo.  Non siamo la squadra più forte ma so che, colmando le nostre lacune, ce la giocheremo sempre, chiunque sia l’avversario.  E questo credo che lo sappiano anche i nostri contendenti. Il campionato vedrà le vere partecipanti alla corsa per il titolo molto più avanti. Anche una vittoria a nostro vantaggio sarebbe bella ma non deciderebbe nulla. Saranno una stagione e due squadre differenti rispetto all’anno passato. In questo campionato dovremo concentrarci gara per gara perché secondo me, per ambire ala vittoria finale, servirà soprattutto tanta continuità di risultato. Saranno tutte partite difficili che ci vedranno affrontare tanti avversari con qualità“.

Alla notizia che come sempre il Catanzaro sarà seguito da molti sostenitori, ha commentato entusiasta: “Ci fa piacere sapere che come al solito avremo molti sostenitori al nostro seguito. Questo sarà un fattore determinante visto che giocheremo in uno stadio che sarà colmo di gente ed offrirà una cornice di pubblico incredibile. Sugli spalti poi ci sarà il gioco degli sfotto’ che fa parte di queste gare, come è giusto che sia. Bisognerà che, come faremo noi in campo, anche i tifosi rispettino le regole e non varchino i confini dei principi della sportività, dell’etica e della morale. Non bisognerà superare certi limiti“.

Le evidenti similitudini delle due squadre in questo inizio di stagione secondo il mister sono state parecchie: “Siamo analoghi nell’atteggiamento di gioco. Puntiamo entrambe a dominare sempre la gara. Riguardo l’andamento simile delle due squadre dico che è troppo presto per dare una valutazione complessiva. Dovremo essere bravi a saper capire al meglio quelle situazioni che all’apparenza possono sembrare banali ma che poi si scoprono decisive ai fini del risultato. Noi siamo sulle orme dello scorso anno. Stiamo proseguendo un progetto di crescita e di lavoro, nonostante qualcuno è un po’ più indietro di altri. Nel complesso però stiamo crescendo come squadra e come gruppo. Loro sono migliorati molto per i motivi spiegati prima e sono più avanti nel loro percorso di crescita rispetto lo scorso anno. Però ribadisco qualunque sia il verdetto della gara non sarà decisivo per entrambe le squadre.

In conclusione, pensando a quale caratteristica della squadra potrà essere determinante per domani, il mister dichiara: “Nella partita conteranno soprattutto equilibrio, attenzione ai piccoli particolari e criteri di gioco che dovremmo far prevalere sull’avversario. Le nostre statistiche di questo inizio di stagione sono un po’ strane. Ci sono stati match dove abbiamo creato una mole di gioco enorme rispetto a quella creata dal nostro avversario ma, ciò nonostante, non siamo stati premiati con i tre punti. Il Bisceglie, come altre squadre, al primo tiro in porta ci ha fatto gol. Questo non penso sia effetto solo della  sfortuna perché come ho già detto abbiamo delle cosa da migliorare che ci permetteranno di crescere ancora”.

A proposito dell’autore

Giovanni Sicilia

Giovanni Sicilia

7 Commenti

Lascia un commento