Catanzaro News In primo piano Interviste video

Auteri: «Dobbiamo preservare la nostra posizione in classifica»

Le parole del tecnico alla vigilia della trasferta di Potenza

Delicata trasferta per il Catanzaro in quel di Potenza. I giallorossi vengono da due sconfitte consecutive ed i lucani sono quarti in classifica. Il tecnico Auteri ha incontrato la stampa.

Queste le prime parole dell’allenatore giallorosso. <<Le sconfitte pesano sempre. Bisogna ripartire dalla stessa concentrazione, intensità, atteggiamento e disponibilità messe con la Reggina. Dobbiamo giocare con questi aspetti e con umiltà. La partecipazione nel derby è stata superiore rispetto a gare come Sicula Leonzio e Viterbese. Di questo abbiamo parlato. Il nostro rischio inconscio è che poniamo l’attenzione su obiettivi distanti come tempo e ci sono tante partite da fare. Dobbiamo acquisire consapevolezza e la capacità di capire di giocare per obiettivi secondari rispetto a quelli di inizio stagione. Non dobbiamo pensare a quello che potrà essere ma dobbiamo perseverare questa posizione>>.

Il Catanzaro con le “grandi” fa tanta fatica. Solo un successo, a Monopoli all’andata. <<Le altre squadre hanno cambiato poco e questa è una logica conseguenza del perché abbiamo perso con queste compagini. A parte il risultato siamo stati competitivi con la Reggina ed è la stagione loro. Siamo in grado di invertire la tendenza>>.

Qualche defezione in avanti per i giallorossi. <<Sull’attacco abbiamo dei giocatori non al massimo. Tulli è infortunato da 15 giorni, Kanoute è rientrato dopo tre settimane. Sono tutti calciatori destinati a crescere. Io ho l’idea che abbiamo bisogno di tutti. Bianchimano ha fatto una buona partita ma deve completare il percorso di lavoro perché può fare di più>>.

Le aquile faranno visita alla quarta in classifica. <<Il Potenza è una squadra di categoria, affamata e di valore. Si sono rinforzati a gennaio. È una compagine consapevole, solida e può mutare attraverso il cambio di alcuni giocatori. Sono ostici e difficili di affrontare; sono pericolosi con caratteristiche di giocatori importanti. Bisogna essere bravi a cambiare, non adattarci e ci siamo allenati perché abbiamo preparato tanti aspetti. Dovremo essere chiari, lucidi, razionali>>.  

Sarà il terzo incontro in una settimana. <<Bianchimano e Di Piazza possono coesistere specie in alcune partite dove la squadra possa supportarli. Sarà la terza partita in sette giorni e ci sono calciatori freschi. Abbiamo calciatori come Nicoletti, Statella, Urso, Iuliano, Carlini, Di Piazza che sono freschi. Con Corapi basso Urso ha caratteristiche che si conciliano di più>>.

La sconfitta dell’andata sancì l’esonero del tecnico. <<Se fossi andato in sala stampa dopo la gara d’andata mi sarei assunto tutte le responsabilità. Fu condizionata da alcuni errori nostri. Ci smarrimmo completamente dopo lo 0-2. Si abbassarono tanto con un 5-3-2 negli ultimi 30 metri. È un’altra gara. Loro avranno rispetto per noi. Ogni partita ha una storia diversa>>.

<<Di Piazza è fortemente mentalizzato. Sono dovuto intervenire di più con altri calciatori. Non è venuto al top fisicamente. Ci dobbiamo scordare che un giocatore si debba caricare sulle spalle tutto e tutti>>.

Un commento del tecnico sulla Coppa Italia Serie C. <<Ho rimpianti di non giocarla la Coppa Italia perché poteva essere un traguardo importante. Il duplice obiettivo poteva essere disturbante però poteva darci occasioni. Meglio concentrarci su obiettivi presenti>>.  

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

2 Commenti

Lascia un commento