Brevi Catanzaro News

Continuano le doppie sedute di allenamento nel ritiro di Moccone

Redazione
Scritto da Redazione

Ieri si è svolto il Consiglio Direttivo di Lega Pro. Confermata la presentazione dei calendari per il 10 settembre

Proseguono le doppie sedute di allenamento per i giallorossi in ritiro in località Moccone di Camigliatello Silano. Al mattino lavoro misto tra palestra e attività con la palla e tiri in porta. Nel pomeriggio, mister Calabro sta continuando a dare indicazioni tattiche con i giocatori che sono  impegnati ancora in attività con la palla.

IERI IL CONSIGLIO DIRETTIVO DI LEGA PRO

Si è svolto ieri pomeriggio in video conferenza il Consiglio Direttivo di Lega Pro.

Sono state esaminate e positivamente valutate le domande di ammissione al Campionato Serie C 2020-2021, entro il termine del 24 agosto, dalle quattro società retrocesse dalla serie B e pertanto verranno effettuate le conseguenti comunicazioni alla FIGC. In attesa delle decisioni del Consiglio Federale in programma il prossimo 8 settembre, è stato deliberato all’unanimità di mantenere la suddivisione dei gironi già utilizzata nelle scorse stagioni e nel contempo di creare un gruppo di lavoro che ragioni sulla formula dei campionati e sulla riforma. È stato creato un ulteriore gruppo di lavoro per definire le regole e le procedure necessarie a governare una denegata nuova situazione di blocco delle competizioni, forti dell’esperienza maturata questi mesi.

E’ stato anche deciso che nell’eventualità in cui ci siano nello stesso periodo 4 casi di positività al Covid-19 in una squadra, potrà essere richiesta dal club il rinvio della partita in programma.

Nell’ottica di continuare a fornire alle proprie società nuovi servizi, la Lega Pro ha siglato un protocollo di intesa con la società Ngm per la fornitura di led bordocampo ai club così da cercare di assicurare in tutti gli stadi la presenza di tale importante strumento. Infine è stato deliberato l’accordo con il nuovo advisor commerciale, che verrà presentato nei prossimi giorni e che s’inserisce in un importante progetto sinergico di crescita.

E’ stato confermato inoltre che la presentazione dei calendari della nuova stagione di Serie C si svolgerà giovedì 10 settembre al Salone d’Onore del Coni di Roma con inizio alle ore 18.50 in diretta su Rai Sport.

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

17 Commenti

    • Concordo. Non rinforziamo tra l’altro una nostra “potenziale” concorrente per la vittoria del campionato. Speriamo che Auteri non cambi gioco e cioè. ” 300 passaggi in orizzontale, possesso di palla sempre e ……. ZERO TIRI IN PORTA” a noi ha insegnato ANCHE questo!!!!

  • C’è da dire ke se un giocatore vuole andare via c’è poco da fare …si parla di celiento e derisio che sono i due nostri migliori giocatori , ma ripeto se vogliono andare si può fare poco . Credo che qst anno a differenza di altri a fine partita vedremo maglie sudate e giocatori sfiniti, sono molto fiducioso di qst nuovo corso , mi piace ciò ke si sta creando intorno al campo …. Penso che chi verrà sposerà a 360gradi il progetto Catanzaro ,nn parlo di nomi xké secondo me la maggior parte sono stupidaggini dei giornali , procuratori o altri , ma ripeto ciò di cui sono certo è ke sta società prendere degli uomini veri. Forza aquile

    • Condivido fang, magari prima di farli andare gli si può fare una proposta, ma poi non è conveniente tenere controvoglia dei giocatori.
      Auteri purtroppo non è così scarso il Catanzaro è stata anche la squadra che ha segnato di più e con il gioco più bello grazie a lui. Però è anziano e non so se è bravo a gestire un gruppo pieno di galli.
      Comunque hai ragione Fang anche a me il progetto piace, spero che si coniughi con la valorizzazione del vivaio, strutture fisiche comprese, rappresenterebbe una conquista per la Calabria e potrebbe durare per decenni

  • Parole sante Fang84, condivido il tuo pensiero. Chi vuole andare vada pure. Tutti sappiamo quanto sia importante lo “spogliatoio unito” per vincere. Per spogliatoio unito intendo anche dirigenza ds e allenatore. Componente assente l’anno scorso. L’obbligo di avere 22 atleti in rosa, a mio avviso, sarà un vantaggio per noi. Sono sicuro che la nuova strada intrapresa dalla società, ci dara’ belle soddisfazioni. Forza Catanzaro sempre

    • Ed io condivido parola per parola quanto detto da te . Unità d intenti e spogliatoio coeso e unito . Tutti insieme con lo stesso obiettivo ,dai grandi gruppi nascono i tardi successi. Un saluto giallorosso doc sempre e cmq forza giallorossi

  • Si parla solo di uscite. Se dobbiamo fare un campionato di mediobassa classifica, tanto vale puntare su una ventina di ragazzi possibilmente meridionali che hanno voglia di affermarsi. Altrimenti puntare decisamente a tenersi i vari Celiento, De Risio, Tulli, Urso,Casoli, Kanouté che non è da buttare via ma da utilizzare con cervello e da disciplinare. Io mi terrei anche Di Gennaro e Riggio che ha solo 24 anni ed ha già una discreta esperienza. L’unico che deve cambiare aria è Nicoletti

  • Certo che il Bari tra maita, Auteri e gli altri ha metà Catanzaro.
    Effettivamente soprattutto dare celiento al Bari è un pericolo perché è un giocatore di categoria superiore.
    Storico ha ragione ma non siamo il Monza o il Bari, purtroppo il bilancio conta, però spero riescano a spremere il più possibile.

  • Per salvare la C serve creare la B2.
    Proposta: 2 gironi di C con 2 promozioni dirette per girone ed una quinta squadra promossa ai playoff. Stesso numero di squadre totali retrocesse rispetto ad oggi.
    La chiamiamo B2 perché la prima classificata diventa l’ultima classificata dei playoff della serie B avendo quindi la possibilità di andare direttamente in A.
    Le 5 retrocessioni e le quattro promozioni con playoff e playout farebbero diventare questa categoria molto spettacolare e variabile, inoltre anche la C ne trarrebbe vantaggio.
    Oltre allo spettacolo questa formula porterebbe molti più soldi e gli imprenditori potrebbero programmare gli investimenti, penso che favorirebbe anche la regolarità dei campionati.
    Infine anche la B ne trarrebbe un vantaggio enorme perché le retrocesse non finirebbero nell’attuale inferno della C dove si bruciano molte risorse spesso a vuoto.

Lascia un commento