Catanzaro News Interviste video

Fischnaller suona la carica: «Ora voglio confermarmi»

Fischnaller
Giovanni Sicilia
Scritto da Giovanni Sicilia

Le parole dell’attaccante giallorosso durante la consueta conferenza stampa settimanale

Parla Manuel Fischnaller, protagonista di quest’avvio di stagione nonostante una condizione fisica ancora non eccellente. Le prime parole sono dedicate alla gara vinta domenica scorsa in trasferta. «Vittoria importate quella di Monopoli, conquistata su un campo difficile, contro una buona squadra che era arrivata alla partita di domenica con un allenatore appena rientrato sulla panchina dei pugliesi. Questo provoca sempre un po’ di entusiasmo che si è visto nei primi dieci minuti, nei quali ci hanno messo in difficoltà. Dopo però, siamo stati bravi ad uscire fuori tramite il nostro gioco e a riuscire a portare a casa un’importantissima vittoria. Siamo sulla via giusta, anche perché, a differenza dello scorso campionato nel quale non siamo andati forte fin da subito, siamo partiti subito forte».

Per l’attaccante giallorosso l’avvio di stagione è stato positivo nonostante l’amaro ancora in bocca per il pari di Bisceglie. «Quest’anno con 7 punti in 3 partite, due delle quali giocate fuori casa, il nostro avvio di stagione è stato convincente. Così abbiamo subito fatto capire a tutti che anche questa stagione noi ci siamo. Anche a Bisceglie avremmo voluto vincere, soprattutto per come è andata la partita. Li abbiamo chiuso nella loro metà campo per novanta minuti creando tante occasioni senza riuscire però a concludere a rete. Nonostante tutto, facendo una breve analisi delle due partite giocate fuori casa, 4 punti in due partite è un buon bottino».

Sulla difficoltà del girone il pensiero è lo stesso già sentito dagli altri protagonisti intervenuti in conferenza stampa nel corso delle settimane passate. «Quest’anno il campionato sarà molto difficile, anche più difficile di quello dello scorso anno. Ci sono squadre nuove come Bari e Ternana e vecchie conoscenze come Catania e Reggina molto attrezzate. Noi però siamo tra quelle quattro-cinque squadre che possono ambire a vincere il campionato. Abbiamo il vantaggio di conoscerci già dalla scorsa stagione e quindi questo sarà certamente d’aiuto. Infatti, sappiamo già cosa vuole il mister e per questo sin da subito siamo partiti al meglio. Il fatto che noi non veniamo citati dagli addetti ai lavori fra le squadre favorite per la vittoria finale del campionato non deve darci fastidio, anzi dovrà essere motivo di stimolo per tutti a dare qualcosa in più per dimostrare che possiamo diventare migliori delle altre squadre. Noi siamo consapevoli di essere una squadra forte e di essere molto competitivi».

Parole positive sul gruppo costruito al termine del mercato estivo. «Quest’anno siamo un mix di giocatori vecchi e di nuovi acquisti che si sono ambientati subito bene e che daranno il massimo. Io personalmente sto bene, sto lavorando settimana dopo settimana per ritornare al meglio della forma. Quando sono entrato a Bisceglie non giocavo una partita da più di tre mesi. L’ultima gara che avevo giocato era stata quella di Salò e rientrare dopo tutto quel tempo non è stato facile. La voglia però di rientrare e di giocare era tanta. Quindi nonostante fisicamente stia bene, so che devo recuperare ancora la miglior forma con la certezza però che continuando a lavorare, nelle prossime settimane ritroverò la miglior forma fisica».

Un pensiero sulle ultime due gare in Puglia con un passaggio sull’episodio da rigore contro il Monopoli. «Nel gol di Bisceglie sono stato fortunato che la palla mi sia rimasta vicino alla porta. Certo è che per noi attaccanti l’importante è segnare, ma non è solo quello che conta. Siamo in tanti per tre posti da titolare ma, in un campionato così lungo, ci sarà bisogno dell’apporto di tutti.

Riguardo il rigore a Monopoli, io penso che quello fosse calcio di rigore anche perché io non mi sono buttato. Anzi l’avversario mi ha agganciato ma, ciò nonostante, l’arbitro mi ha detto che era simulazione. La cosa importante è però che siamo riusciti a conquistare la vittoria e quindi non ci pensiamo più».

In chiusura una considerazione sulle aspettative personali per questa stagione. «L’anno scorso ho fatto molto bene e il mio obbiettivo personale quest’anno sarà quello di confermarmi per far vedere che la stagione precedente non è stata un caso. In avanti siamo tanti ma la concorrenza è sana e quindi ci permette di migliorarci a vicenda. Il mister farà le sue scelte e se dovrà fare dei cambi li farà anche nel reparto offensivo sperando che tutti riescano a fare bene. Domenica ritorniamo a giocare nel nostro stadio e sarà importante anche in casa continuare a dare continuità al nostro lavoro».

A proposito dell’autore

Giovanni Sicilia

Giovanni Sicilia

3 Commenti

Lascia un commento