La Striscia

Già in 5000 per la gara di mercoledì

Tifosi Catanzaro

Bianchimano dovrebbe farcela; Favalli no. Al suo posto quasi sicuramente Nicoletti. Aquile già al lavoro al “Ceravolo”

È caccia al biglietto per il ritorno del primo turno dei playoff nazionali per il match tra Catanzaro e Feralpisalò. Al “Ceravolo” saranno già 5000 i presenti che affolleranno gli spalti e cercheranno di spingere i giallorossi al passaggio del turno dopo l’1-0 incassato al “Turina” ieri.

È stata attivata anche la prevendita dei tagliandi online sul circuito go2 collegandosi a questo link.

CATANZARO GIA’ AL LAVORO

Dopo aver pernottato a Salò le aquile sono ripartite alle 12:00 alla volta del capoluogo. Nessuna sosta per Maita e compagni che, nel pomeriggio, si sono allenati al “Ceravolo” rigorosamente a porte chiuse.

Anche da quanto dichiarato nel post partita da mister Auteri, Bianchimano dovrebbe stringere i denti per il secondo atto contro i lombardi. Per lui solo una botta dovuta ad un contrasto di gioco (nel quale è stato fischiato fallo all’attaccante).

Discorso diverso per Favalli. Per lui stiramento e quasi sicuramente darà forfait. Al suo posto dovrebbe toccare a Nicoletti.

GETTARE IL CUORE OLTRE L’OSTACOLO

Quello visto al “Turina” è stato uno dei Catanzaro più contratti della stagione. Errori tecnici anche semplici, gioco lento e prevedibile e aquile quasi mai pericolose. Nel taccuino si segnano a malapena due conclusioni – insidiose – da fuori area, una per tempo, di Bianchimano e Fischnaller, poi il vuoto.

Il risultato, ad ora, condanna i giallorossi, che al “Ceravolo” dovranno solamente vincere per accedere al secondo turno dei playoff nazionali.

Alla fine il Catanzaro è riuscito a limitare i danni e perdere “solo” 1-0 per effetto di una punizione dal limite dello specialista Maiorino al ‘19’. Colpevole Furlan. L’errore del portiere è evidente nel momento in cui compie il classico passo sul palo opposto e quando cerca di ritornare sui suoi passi è troppo tardi.

La Feralpisalò è forte e lo si sapeva. Forse ieri si è veramente conosciuto il livello di una squadra esperta, di qualità che ha corso di più, compiuto meno errori e vinto quasi tutti i contrasti di gioco, rischiando veramente poco. Significativa una dichiarazione di mister Zenoni ai microfoni di uscatanzaro.net, quando evidenzia con qualche rammarico che i suoi potevano anche segnare il 2-0.

Per vincere il Catanzaro deve buttare il cuore oltre l’ostacolo evitando di essere eliminato subito a questi playoff. Fischnaller e compagni, avranno sicuramente bisogno del sostegno del pubblico, chiamato, ora più che mai, ad essere il dodicesimo uomo in più. Il tifo di fede giallorossa sta rispondendo nel migliore dei modi.

CON UN D’URSI IN PIU’

Come detto l’1-0 condanna il Catanzaro che ha 90 minuti più recupero per vincere la partita. I ragazzi di mister Auteri dovranno disputare la partita perfetta, giocando con grande intensità, ma anche con pazienza senza scomporsi. Probabile che i giallorossi potranno contare su un D’Ursi in più risparmiato – come dichiarato dal tecnico nel post-partita. Chissà che anche Kanoute non venga chiamato in causa, se non dall’inizio a partita in corso.

E’ solamente terminato il primo tempo ed i giallorossi sono sotto 1-0. C’è tutto un secondo tempo da giocare, nella bolgia del “Ceravolo”. Il Catanzaro ha bisogno di tutti.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

19 Commenti

Lascia un commento