Catanzaro News Numeri Giallorossi

I numeri di Catanzaro-Bisceglie

Statistiche, precedenti e curiosità del ventiquattresimo incontro tra giallorossi e neroazzurri

Il Catanzaro aspetta il Bisceglie per una sfida quasi da testa-coda. Le Aquile dovranno fare a meno dello squalificato Fazio che era l’unico calciatore sempre presente sino al momento dell’espulsione rimediata a 36′ della trasferta contro la Turris.

I NUMERI

I giallorossi sono quarti in classifica con 55 punti. 15 sono le vittorie, 10 i pareggi e 6 le sconfitte con 36 gol fatti e 27 subiti per gli uomini di mister Calabro sin qui.

Al “Ceravolo” l’US ha conquistato 33 punti. In 15 partite Corapi e compagni hanno ottenuto 10 successi e 3 segni X mentre 2 sono state le gare perse con 19 reti realizzate e 11 incassate.

Con la Turris Di Massimo ha siglato il suo sesto gol in campionato, il quinto in trasferta; Contessa ha realizzato il suo quinto assist. Sono saliti a 8 i gol segnati dai giallorossi tra il 30′ ed il 45′ per un totale di 13 nei primi tempi.

E’ stato fischiato l’ottavo rigore a sfavore dell’US, il quarto ad essere sbagliato. Quella di Fazio è stata anche l’ottava espulsione in campionato per il Catanzaro, la sesta fuori casa.

Il Bisceglie è diciottesimo con 24 punti frutto di 5 vittorie, 9 pareggi e 17 sconfitte con 25 reti all’attivo e 46 al passivo (seconda peggior difesa del campionato).

Fuori casa i pugliesi hanno conquistato 11 punti a fronte di 2 successi, 5 segni X e 8 gare perse con 16 gol segnati e 28 presi (peggior difesa esterna del girone).

I PRECEDENTI

Nei 23 precedenti il Catanzaro conduce 8 vittorie 2 due con ben 13 pareggi. 25-11 il computo delle reti per le Aquile. Al “Ceravolo” il Bisceglie non ha mai vinto. 6 successi giallorossi e 5 segni X; 17-4 per l’US i gol segnati. Nello scorso campionato, il 12 gennaio 2020 vinsero i giallorossi per 2-1 per effetto dell’autogol di Turi al 43′ e di una punizione di Giannone al 51′; di Ebagua per gli ospiti la rete al 61′. Il 3 novembre del 2018 finì 1-1 con Figliomeni che con un gol ad inizio ripresa, rispose a De Sena che aveva portato avanti i suoi nella seconda parte del primo tempo.

Il 28 gennaio 2018 decise Infantino con un colpo di testa su cross di Onescu. Le due compagini non si scontravano dal 7 dicembre 1997 quando segnarono Acampora al 72’ e Babuscia all’89’. In pareggio invece il match del 10 novembre 1996 con il Catanzaro che ottenne il punto grazie ad un autogol di Ferretti dopo il vantaggio su rigore di Di Bari.

CURIOSITA’

Quando si parla di Sabato Santo di Pasqua, probabilmente uno dei più felici trascorsi dal Catanzaro è quello del 2004. Era il 10 aprile e al “Ceravolo” arrivò la Sambenedettese. In dieci e nonostante le numerose parate di Aprea, gli ospiti capitolarono grazie al micidiale uno-due firmato De Simone e, soprattutto Ferrigno da centrocampo. Complice la sconfitta del Crotone a Benevento per 2-1, gli uomini di Piero Braglia conquistarono il primo posto per non lasciarlo più.

Di seguito l’infografica della partita a cura del nostro Alfredo Cristiano.

Autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

2 Commenti

Scrivi un commento