Catanzaro News La Striscia

Il Catanzaro non si ferma più

Redazione
Scritto da Redazione

I giallorossi liquidano anche il Latina e aspettano il Monopoli. Anticipata alle 14 la sfida col Bari per esigenze televisive

Ancora una vittoria convincente. Ancora una partita solida, magari senza brillare troppo. Quarta vittoria consecutiva in assoluto, seconda di fila in trasferta. Il Catanzaro ha ingranato la quarta dopo le titubanze iniziali. E al “Domenico Francioni” di Latina arriva un 2-0 secco nella decima giornata d’andata del torneo di serie C.

Il tabù “Francioni”

Lo stadio laziale non ha mai regalato grandi soddisfazioni alla squadra giallorossa. Solo una vittoria (18 anni fa) e un pareggio in cinque precedenti. Il terreno di gioco è impresentabile per un torneo professionistico. Dell’erba verde nessuna traccia. I calciatori fanno davvero fatica a rimanere in campo e il Catanzaro, sicuramente squadra più tecnica del Latina, può andare incontro a difficoltà. Un’ottantina di tifosi giallorossi occupa il settore ospiti. Un ottimo numero considerando il turno infrasettimanale e in proporzione al numero dei paganti al “Ceravolo” in questa stagione.

Subito Curiale

Mister Calabro è costretto a cambiare con alcuni ritocchi nel reparto difensivo e offensivo. De Santis gioca al posto di Martinelli, con il conseguente spostamento di Scognamillo sul lato opposto della difesa. Invariata la linea di centrocampo con gli esterni Rolando e Vandeputte rispettivamente a destra e sinistra e Welbeck e Verna centrali. In avanti esordio dal primo minuto per Curiale con l’inedito compagno di reparto Vasquez. Bombagi agisce a supporto.

Follia Giorgini

Sin dai primi minuti è chiara la forza del Catanzaro rispetto agli avversari. I giallorossi sono padroni del campo e denotano un’ottima personalità. Pur se i fraseggi sono condizionati dal terreno di gioco, il Catanzaro opera con costanza nella metà campo pontina. Curiale sfiora la rete dopo soli cinque minuti. Rolando da una parte e Vandeputte dall’altra sono una spina costante sulle corsie laterali. Su azione d’angolo, inspiegabilmente il difensore del Latina Giorgini salta inspiegabilmente con un braccio alto nel cuore dell’area. Il rigore è nettissimo. Vazquez firma la sua quarta rete in giallorosso.

Il gol annullato

Il gol arriva insieme in simultanea a quello del Bari nel derby contro il Foggia al “San Nicola”. Calabro in settimana, durante la conferenza stampa, aveva chiesto ai suoi di non fermarsi e di chiudere le partite. Il Catanzaro insiste e alza ancora il baricentro. Del Latina poco o nulla da segnalare. Ancora su angolo il Catanzaro segna il raddoppio che avrebbe chiuso la partita già nel primo tempo. Il portiere del Latina Cardinali respinge corto su colpo di testa di Bombagi. De Santis realizza da due passi la corta respinta, ma l’arbitro annulla. A ingannare Ricci di Firenze la sceneggiata dell’estremo difensore neroazzurro, il quale resta colpito a terra, ma in realtà ha semplicemente perso la palla a due passi dalla linea della porta.

Scognamillo-bis

Il Catanzaro va negli spogliatoi in vantaggio di una sola rete ma con la consapevolezza di avere giocato un’ottima prima frazione di gioco. La ripresa inizia col Latina che cerca di alzare la linea di gioco. Il Catanzaro rimane in totale controllo della partita e non rischia nulla. Il piglio da squadra matura e la consapevolezza della propria forza si nota quando i giallorossi decidono di chiudere la gara. Bearzotti entra al posto di Rolando infortunato. Una ripartenza dell’onnipresente Verna porta Vazquez a una conclusione a giro da fuori che Cardinali devia in angolo. Scognamillo, dopo l’Andria, si ripete. Colpisce la palla con il corpo, segna la sua  seconda rete personale in giallorosso e regala al Catanzaro il doppio vantaggio.

Latina impalpabile

Restano da giocare oltre 35 minuti. Inizia la girandola dei cambi, ma il Latina dalle parti di Branduani si vede pochissimo. Il Catanzaro gioca quasi al risparmio e in totale controllo di un match ormai ampiamente archiviato. Carlini subentra insieme a Cianci, Tentardini e Risolo. Nei venti minuti finali il Catanzaro sfiora il tris con Cianci, servito magistralmente da una verticalizzazione di Carlini, ma Cardinali si oppone. Per il Latina, che nel frattempo aveva inserito gli ex Di Livio e Jefferson, qualche tentativo di Carletti, sempre alla ricerca di un rigore, e una conclusione di Rosseti sventata da Branduani.

Domenica il Monopoli, poi Bari

Al triplice fischio il Catanzaro può festeggiare la quarta vittoria di fila. Col turno infrasettimanale recupera due punti al Bari, fermato da Zeman e dal goal di Ferrante che pareggia il vantaggio dell’ex giallorosso Maita. Tre giorni per rifiatare e per preparare la sfida interna al Monopoli in programma domenica alle ore 14,30. Tre giorni per valutare le condizioni di Martinelli, ieri a riposo, e Rolando uscito anzitempo per un indolenzimento al polpaccio. Tre giorni per convincere i tifosi giallorossi a tornare tutti allo stadio per sostenere questo Catanzaro (è già aperta la prevendita: qui tutte le informazioni). Prima della lunga settimana che porterà allo scontro diretto col Bari, anticipato alle 14 di sabato 30 per consentire la diretta su Raisport.

Autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

8 Commenti

Scrivi un commento