La Striscia

La cura Auteri: 10 gol in tre partite

Terzo miglior attacco del girone per le aquile. Nella gestione Grassadonia 15 gol in 12 incontri. Da domani iniziano gli allenamenti in vista della Casertana

Secondo giorno di meritato riposo per il Catanzaro. Dopo il largo successo di Rieti per 1-4, mister Auteri ha concesso due giorni di relax ai giallorossi. Riggio, ad esempio, era presente – come testimonia il suo profilo Instagram – a “San Siro” ad assistere al derby tra Inter e Milan.

Ieri, l’US è stato spettatore di una giornata positiva nella quale il Catanzaro ha rosicchiato 3 punti al Potenza, sconfitto 4-1 a Lentini e 2 a Bari e Monopoli che hanno pareggiato nello scontro diretto. Stasera i giallorossi recupereranno potrebbero recuperare qualche punto anche alla Ternana impegnata nel big match di giornata al “Granillo”.

GLI ALLENAMENTI SETTIMANALI

Gli allenamenti riprenderanno domani Le sedute dal lunedì al venerdì saranno a porte aperte al “Gullì”; la rifinitura di sabato al “Ceravolo” sarà a porte chiuse.

Tranne il mercoledì le aquile effettueranno una sola sessione alle 14:45. Mercoledì sarà il giorno della doppia seduta alle 9:45 e 14:45.

CATANZARO-CASERTANA ATTO 4

Da domani, quindi, le aquile cominceranno a preparare la gara di domenica al “Ceravolo” contro la Casertana. Sarà il quarto incontro stagionale fra aquile e falchetti, il terzo in Calabria. Sin qui ha sempre dominato il fattore campo.  Il 4 agosto, in Coppa Italia, vinse l’US per 4-1 dopo i tempi supplementari.

Il 29 settembre, in campionato, a Caserta, trionfarono i campani per 2-1. Un doppio Fischnaller condannò i falchetti in Coppa Italia Serie C il 27 novembre nell’unico incontro con mister Grassadonia sulla panchina delle aquile.

UN CATANZARO INCONTENIBILE

Quello che si presenterà domenica sarà un Catanzaro totalmente diverso da quello dell’andata che iniziava a dare qualche segno di cedimento. Il 2-1 maturato il 29 settembre rappresentò la seconda sconfitta esterna consecutiva per i giallorossi di mister Auteri dopo quella di Viterbo con identico risultato.

I giallorossi giungono al match da tre vittorie consecutive, due esterne con 10 gol fatti e 2 subiti. Per due gare di fila l’US ha realizzato quattro reti ed i nuovi acquisti stanno da subito dicendo la loro. Bleve offre sicurezza in porta; Atanasov giganteggia in difesa; Corapi si è preso le chiavi del centrocampo con Contessa che si è impossessato della fascia sinistra. Tulli ha segnato 4 gol in tre partite, mentre si è sbloccato anche Di Piazza autore di una doppietta a Rieti. Quasi a segno anche Carlini fermato solo dalla traversa allo “Scopigno”.

Se il Catanzaro di Grassadonia ha realizzato 15 gol in dodici incontri di campionato, quello di Auteri ha già raggiunto la doppia cifra dopo sole tre partite e l’US è diventato il terzo miglior attacco del girone con 39 gol alle spalle di Reggina e Bari che hanno segnato rispettivamente 47 e 45 gol.

CONCENTRAZIONE DA MANTENERE PER TUTTA LA PARTITA

Le aquile di mister Auteri hanno la possibilità di giocarsi delle chance importanti già da quest’anno. L’impressione è che l’ulteriore salto di qualità deve essere compiuto sull’aspetto mentale nel senso di maggiore cattiveria e mantenere la concentrazione per tutta la partita.

A Lentini, Bianchimano ha avuto la chance per chiudere l’incontro definitivamente, fallendo clamorosamente la rete dello 0-3; dall’altra parte i bianconeri riaprirono l’incontro. Con la Viterbese, sull’1-0, Kanoute si è presentato davanti a Pini ed ha spedito a lato, graziando il portiere gialloblu. A Rieti, nuovamente Bianchimano ha fallito il colpo dello 0-4 tirando con troppa sufficienza addosso a Merelli. Pochi minuti dopo il Rieti ha accorciato le distanze e successivamente le aquile sono rimaste in dieci per l’espulsione diretta (molto dubbia) di Martinelli che salterà la gara con la Casertana per squalifica.

Lo stesso mister Auteri è consapevole di ciò così come è sicuro di avere una squadra che può dire la sua fino al proseguo di una stagione che si fa molto interessante per il Catanzaro e per Catanzaro con un entusiasmo contagioso regnante in città.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

7 Commenti

Lascia un commento