Catanzaro News Interviste video

Noto: «Possiamo giocarci una chance importante già quest’anno» [VIDEO]

Le parole del presidente giallorosso nella consueta conferenza stampa di metà stagione

Il presidente Floriano Noto ha voluto incontrare la stampa per trarre un bilancio di questa prima parte di stagione. Numerosi i temi toccati dal numero uno giallorosso. Ecco le sue parole.

<<Abbiamo concluso uno dei calcio mercato migliori. Abbiamo acquistato 8 calciatori e ne abbiamo ceduti 12, di cui 3 in prestito e spero che facciano tutti bene in modo che l’anno prossimo possano aiutarci. Altri calciatori li abbiamo rimandati nella loro casa madre.

Auteri ha chiarito le nostre posizioni. Sono felice che sia tutto rientrato sia con me che con il direttore sportivo Logiudice. Ci auguriamo questa stagione prenda una piega giusta. Due risultati utili ci sono stati e abbiamo un futuro roseo davanti. Voglio riprendere lo slogan della campagna abbonamenti, ovvero insieme si può.

Io sono molto contento del lavoro del direttore sportivo. Siamo in un periodo di crisi economica e molti presidenti decidono di non investire. È difficile compiere otto acquisti di questa importanza e per questo va un grosso applauso a Logiudice.

Qualunque allenatore metta in una lista desiderati i calciatori acquistati. Auteri li conosce bene.

Un grosso ringraziamento a Carmelo Moro per la gestione del settore giovanile. Furina è andato a finire una società “quasi calabrese”. Il presidente è calabrese. Gli auguriamo una carriera splendida. È andato in prestito con diritto di riscatto e spero che venga riscattato perché si può mettere in mostra nella Primavera di una squadra di A. Abbiamo anche alcuni convocati nelle nazionali dei settori giovanili.

Abbiamo dei grossi problemi di strutture e spero di incontrarmi presto con il sindaco. In Serie C nessuna squadra riesce a costruire. Devono essere le amministrazioni locali a farsene carico. Mi auguro che non arrivino gli acquazzoni perché abbiamo la fascia sotto il Settore Distinti veramente messa male. Abbiamo bisogno di un altro campo. Abbiamo fatto una riunione appunto per trovarli perché rischiamo che alcuni giocatori di qualità, per una zolla, si facciano del male. Valuteremo a giorni un incontro con il sindaco.

Sono contento per come siamo ripartiti. C’è una aria positiva attorno alla squadra. Possiamo giocarci una chance importante già da quest’anno.

Per scarsa comunicazione si creano incomprensioni. Fa tutto parte del passato. Con il mister siamo usciti ad esempio sabato mattina. C’è un rapporto che va al di là del calcio.

Il pubblico è eccezionale. C’è stato uno zoccolo duro che ci ha sempre sostenuto. I risultati positivi creano entusiasmo e noi ci alimentiamo anche dell’entusiasmo che arriva dalla gente. Se arrivano sempre critiche uno si demoralizza. Siamo felici. Come vale per noi della società vale anche per i giocatori se sentono l’attaccamento del pubblico.

Io sono due anni e mezzo che mi interesso di calcio. Noi volevamo farla questa campagna acquisti a maggio giugno, ma alcuni calciatori hanno preferito strutture diverse. Per Di Piazza, ad esempio, Catania creava più appeal. Nessuno può pensare che il Catania avesse questi problemi, così come il Trapani per quanto riguarda Corapi e Tulli. Carlini si è giocato la Serie B con la Juve Stabia. Ci sono state delle situazioni che abbiamo colto a volo.

Tascone ha dato un buon contributo con due gol. È di proprietà del Pescara. Magari con il il 3-4-3 ha ritenuto che potesse avere meno spazio.

 Dobbiamo risalire la china prima possibile e piazzarci più in alto possibile per la griglia playoff. Oggi bisogna vincere tutte le partite.

Di errori ne faremo ancora. Chi opera sbaglia, chi non opera non sbaglia mai. Sono della cultura un po’ americana: dai fallimenti bisogna cogliere le opportunità>>.

 

 

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

9 Commenti

Lascia un commento