La Striscia

Obiettivo terza vittoria consecutiva in campionato

Paganese Catanzaro gol Giannone

Obiettivo Paganese per il Catanzaro. Riggio ancora squalificato, in attacco si prospettano scelte forzate.

Archiviata la sconfitta di Trapani con conseguente eliminazione dalla Coppa Italia Serie C 2018/2019 agli ottavi di finale, il Catanzaro si può concentrare esclusivamente sul campionato. Nessun attimo di sosta per i giallorossi che domenica ospiteranno la Paganese per poi recarsi in casa della capolista ed imbattuta Juve Stabia. Il calendario ha preparato uno scherzetto niente male alle aquile. Infatti, mentre gli uomini di mister Auteri sono al centro di un vero e proprio tour de force di partite, le vespe domenica riposeranno, arrivando pronte e fresche in vista dello scontro diretto. Le aquile arrivano al match con la Paganese reduci da un 2019 senza sconfitte in campionato e con due vittorie consecutive dopo il pari di Vibo Valentia. Contro i campani i giallorossi hanno la possibilità di ottenere il terzo successo di fila.

ALLENAMENTO

Una seduta di allenamento al pomeriggio al “Gullì” di Giovino. Scarico per coloro che hanno preso parte al match di Trapani. La restante parte dell’organico ha lavorato sulla parte atletica e conclusioni verso lo specchio della porta. Assenti gli infortunati Kanoute, Bianchimano e Repossi. Fischnaller si è allenato in palestra.

PAGANESE: ANCORA FUORI RIGGIO

esultanza giannone gol paganeseContro gli azzurrostellati Riggio sconterà la seconda ed ultima giornata di squalifica. Probabile che mister Auteri schieri la difesa di Reggio Calabria con Celiento sul centrodestra, Figliomeni in mezzo e Signorini sul centrosinistra. In attacco quasi sicuramente non ci sarà Kanoute. In forte dubbio Fischnaller e Bianchimano per gli infortuni rimediati al “Granillo”. In pole D’Ursi (alla ricerca della prima rete al “Ceravolo” dopo le sette realizzate in trasferta), Giannone – che si sbloccò all’andata – e Ciccone che non segna dal match interno con il Rieti del 17 novembre. Il Catanzaro ha anche l’opzione Casoli.

BIGLIETTI ANCHE ONLINE

È partita ieri la prevendita dei tagliandi per l’incontro di domenica al “Ceravolo” con la Paganese. Possibilità per i supporters giallorossi di acquistare il biglietto anche online collegandosi a questo link.

JUVE STABIA-CATANZARO

A Castellamare di Stabia la piazza gialloblu si sta preparando al big match contro le aquile che potrebbe significare campionato riaperto oppure condannare i calabresi quasi certamente ai playoff. Per l’occasione riaprirà il Settore Distinti del “Menti”. Si prospetta il tutto esaurito per lo scontro tra Juve Stabia e Catanzaro.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

15 Commenti

  • Troppi infortuni importanti….tutti bravi ragazzi ma le seconde linee non sono in grado…a parte gol saltuari e in alcuni casi detti Della Domenica…..a castellamare…..o riusciamo a presentarci con Fish Bianchi….e Kanou…..altrimenti prevedo pappine.Con la Paganese che la fortuna ci assista.Seguo le aquile dalla lontana Russia…..e vorrei vederle sempre volare

  • Sessione di mercato invernale, cosiddetto di riparazione, terminata e seconda parte di stagione iniziata con squadre – chi più e chi meno – rivoluzionate dalle trattative portate a termine. Michele Criscitiello, direttore di TuttoMercatoWeb.com e volto di punta di Sportitalia, è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per dire la sua su un possibile cambiamento degli equilibri di campionato: “Non credo ci saranno cambi sostanziali negli equilibri finora visti. Il Girone A è il più combattuto, ma Pro Vercelli ed Entella hanno qualcosa in più delle altre, un po’ come la Juve Stabia nel C: le Vespe sono l’unica formazione a non aver mai perso, Trapani e Catania sono un po’ lontane. Faranno poi bene anche Potenza e Reggina, così come, nel Girone B, il Monza, che se non vincerà i playoff ha già le basi per provare a stravincere la prossima stagione. Per ora c’è il Pordenone a fare la voce grossa, Tesser è sinonimo di garanzia, i ramarri dovranno solo gestire il girone di ritorno”………
    da notare anche quest’articolo che non ci filano di brutto…cioè praticamente noi non esistiamo e la cosa che mi fa incazazare enormemente è che pratichiamo il calcio migliore di tutta la serie C ma forse…non è proprio un dramma essere considerato, potremmo esere la scheggia impazzita che lo mette nel c…a tutti…..

    • Stai parlando di un personaggio che non capisce un cazzo di calcio.
      Io guardo crisitello e la sua spalla pedulla quando ho voglia di farmi 2 risate.
      Sono i de sica e Boldi del giornalismo italiano

    • Caro apofis, non si tratta di un caso isolato. Eleven Sports, piattaforma che opera (credo) in condizione di monopolio in Lega pro, si comporta (nella scelta dei servizi e nei commenti) più o meno alla maniera del signor Criscitiello. E, se è vero che il Catanzaro pratica gioco veramente spettacolare (come riconosciuto e ribadito unanimemente dalla stampa sportiva specializzata),credo che siffatti soggetti arrechino danno, più che ai tifosi delle Aquile, a tutta la Lega pro. In realtà questa, più che di società che spendono e spandono in maniera sconsiderata (con risultati, a dir poco imbarazzanti), avrebbe bisogno di piazze oculate e virtuose (da portare ad esempio) come la nostra. Ma siamo abituati da sempre a farci valere sul campo (ovunque) piuttosto che con le chiacchere.

  • Stai parlando di un personaggio che non capisce un cazzo di calcio.
    Io guardo crisitello e la sua spalla pedulla quando ho voglia di farmi 2 risate.
    Sono i de sica e Boldi del giornalismo italiano

  • Ma Criscitiello chi? Un direttore di circo…. la negazione del giornalismo sportivo. Le sue trasmissioni erano buone solo per le ragazze che portava in studio, ora nemmeno per quelle. D’altronde da un semi napoletano (Avellino) che ti aspetti? Tifasse Juve Stabia e leccasse al Monza di Berlusconi che al Catanzaro ci dobbiamo pensare noi.

  • Tranquille ragazze. Se criscitiello o eleven sport non menzionano il Catanzaro non lo fanno per cattiveria ma solo perché in cuor proprio sanno bene che il Catanzaro con questa m…. di categoria non c’entra nulla. Prima usciamo da questa pozzanghera e meglio è. Ho voglia di calcio vero di serie B e poi di serie A. Vinciamo e non pensiamo alla classifica. Riempiamo il Ceravolo e colorate sta c… di curva.

  • febbraio 4, 2019 alle 12:14 pm

    Ottimo calciatore
    Rispondi
    pulce
    febbraio 4, 2019 alle 12:57 pm

    Criscitiello, ho letto un tuo articolo su tuttolega pro contro la capotondi e le penalizzazioni e le iscrizioni fasulle e per le squadre inadempienti, non sei stato tu a schierarti e fare la campagna a favore di gravina e di ghirelli, visto che ora ti lamenti, prendetela con i tuoi amici ai quali hai dato tutto il supporto e apporto giornalistico, la capotondi chi l’ha messa a fare il presidente? i tuoi amici che ancora oggi nicchiano senza prendere provvedimenti contro squadre inadempienti vedi matera ed altre che non dovevano essere iscritte e che fanno parte dei vertici della classifica. se hai onestà intellettuale dovresti dimetterti da sportitalia che dirigi, spiegateci dei favori arbitrali di cui godono queste squadre e anche ieri, il terzo goal della reggina era da annullare, purtroppo tu e tuoi amici avete è state falsando un campionato schierandovi contro le società serie che pagano i calciatori che pagano i contributi che pagano tutto quello che c’è da pagare. Una cosa bisogna dirla, in questo gioco virtuoso ci è cascato anche il nostro grande presidente votaldoli ma solo per la sua serietà e lealtà che lo contraddistingue pensando di avere a che fare con persone serie e non legati al potere e alle poltrone come purtroppo si stano dimostrando.Comunque tutti i nodi verranno al pettine e poi vedremo i vari gravina ghirelli la capotondi e il loro mentore criscitiello ( che oggi con quella dichiarazione si defila facendo finta di non conoscerli) se avranno argomenti per giustificare il loro subdolo operato. Intanto tifosi Giallorossi godiamoci i nostri MAGNIFICI, SICURO CHE IL NOSTRO GRANDE MISTER SAPRA’ TROVARE LE GIUSTE MISURE PER NON FARCI VENIRE UN INFARTO NEI SECONDI TEMPI

Lascia un commento