La Striscia

“Dalla lontana America…”

Il Catanzaro continua a preparare la partita con la Paganese. Emergenza numerica in avanti. Intanto in America spunta una sciarpa giallorossa in un match di Nba.

Due giorni allo scontro testa-coda che si disputerà al “Ceravolo” fra Catanzaro e Paganese. Entrambe le compagini devono fare i conti con alcuni giocatori non al meglio e che non prenderanno parte all’incontro. Da un lato, oltre all’assenza per squalifica di Riggio, mancheranno probabilmente tre frecce importanti dell’attacco di mister Auteri: Kanoute, Bianchimano e Fischnaller. Si sta cercando di recuperare gli ultimi due per la trasferta di vertice con la Juve Stabia. Discorso diverso per Kanoute, da valutare quotidianamente. La punta africana delle aquile è uscito nei derby con Rende e Reggina non appena ha – come si dice in gergo tecnico – “sentito tirare”. Per evitare lo stiramento ha preferito chiedere il cambio in entrambe le circostanze. È stato chiaro in questo senso il tecnico Auteri alla vigilia del match con la Casertana: <<Meglio tenerlo a riposo che rischiarlo e perderlo per molto tempo>>. I giallorossi hanno effettuato una sola seduta, al pomeriggio, rigorosamente a porte chiuse al “Gullì” di Giovino. Per gli ospiti mancheranno Stendardo e Cesaretti. In forte dubbio Fornito. Potrebbe invece esordire l’esperto difensore ex Palermo, Dellafiore.

DA TRAPANI NOTIZIE POSITIVE

Le buone notizie sono giunte da Trapani per quanto riguarda i rientranti Pambianchi e De Risio che, ormai, stanno ritrovando la piena condizione dopo i rispettivi infortuni. Positiva anche la partita di Giannone. Dall’attaccante Auteri chiede carattere e di giocare al massimo delle sue possibilità, senza perdersi in un bicchiere d’acqua. Chiaro come l’ex Pisa “soffra” a suo modo la competizione e la non certezza del posto da titolare. Proprio vista la sua tecnica, averlo concentrato rappresenta un’arma preziosa in più per l’US. Tra l’altro Giannone dovrebbe partire dal primo minuto con gli azzurrostellati. Con lui in avanti si potrebbe assistere all’esordio da titolare per Casoli ed il capocannoniere esterno delle aquile D’Ursi. Non è nemmeno da escludere che vista la situazione di emergenza, mister Auteri non stia valutando un possibile impiego di Statella avanzato.

BIGLIETTI

A due giorni dal match contro la Paganese sono stati venduti oltre 400 biglietti. I tagliandi possono essere acquistati anche online collegandosi a questo link.

LA SCIARPA CHE NON TI ASPETTI

Chiunque è tifoso del Catanzaro conosce l’inno ufficiale, il famoso “Aquile”. Una parte del testo recita: “Dalla lontana America, dalla Germania in poi, un grido di speranza siete voi”. Ebbene, proprio negli Stati Uniti, durante il match di Basket Nba tra Boston Celtics e Los Angeles Lakers, un ragazzo nato a Catanzaro, Simone Scalzo, di 20 anni è stato inquadrato mentre mostrava fieramente una sciarpa con scritto “CATANZARO – LA CALABRIA SIAMO NOI”.. Il giovane si è trasferito da piccolo con la famiglia a Montecatini Terme ed ha voluto portare con sé, l’amore per i colori giallorossi in America. Il calcio non è solo uno sport, ma una passione.

 

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

1 Commento

  • Mi spiace per Ferdinando Capicotto ma ha preso una topica colossale: Diridindidi … è un’altra canzone (Il Catanzaro si sta portando avanti e tutti quanti i tifosi son contenti, sotto la guida di Di Marzio ritorneremo in serie A ….) La frase “Dalla lontana America, dalla Germania in poi un grido di speranza siete voi …” appartiene all’inno “Aquile” (di Pavone, Ciampi)…

Lascia un commento