Catanzaro News Le pagelle

Sicula Leonzio-Catanzaro 1-2: le pagelle

Emanuele Panza
Scritto da Emanuele Panza

Corapi il migliore, Bianchimano flop

Vittoria esterna dei giallorossi a Lentini contro la Sicula Leonzio per 1-2, ma tanta paura nel finale. Corapi il migliore in campo, prime punte flop.

BLEVE 6.5 – Arrivato in città da pochi giorni, subito in campo per difendere la porta giallorossa. L’assenza di Di Gennaro non si sente, trasmette sicurezza e nel primo tempo è uno spettatore non pagante della gara. Nel secondo tempo è protagonista della parata salva-partita su Catania nei minuti finali, un ottimo modo per presentarsi all’intera piazza.

RIGGIO 6,5 – Il ritorno di Auteri in panchina coincide con il suo ritorno in campo da titolare. Disputa una gara attenta prendendo le misure sull’avversario e legittima la sua buona prestazione aprendo le marcature, andando a rifinire un pallone in area piccola da calcio piazzato. Nella posizione di centrale destro non va mai in ansia e si fa trovare pronto.

ATANASOV 6 – Il centrale bulgaro fa valere la sua fisicità durante la partita e non soffre quasi mai l’avversario. Nel complesso gioca una gara sufficiente, senza errori e senza giocate eclatanti.

MARTINELLI 6 – Gioca nella posizione di centrale sinistro e riesce a mantenerla bene. Si fa notare più per le sue qualità tecniche che per le qualità difensive. Tutti i palloni che partono dalla difesa passano dai suoi piedi, e spesso è protagonista di sortite offensive staccandosi dalla linea. La sua prestazione sarebbe più che sufficiente se riuscisse a mantenere alta la concentrazione nell’arco dei 90 minuti, evitando di perdere palloni scottanti nella propria metà campo.

CASOLI 6 – L’esterno destro è una pedina importante nello scacchiere di Auteri, e anche oggi si nota. Dona equilibrio alla squadra e disputa la solita partita attenta. Non è un protagonista offensivo, ma dalle sue parti non si soffre mai e lotta su tutti i palloni vaganti.

CORAPI 7.5 – Torna a Catanzaro, torna da capitano. Il mister gli affida la fascia, lui dimostra sul campo di meritarla. Temperamento, grinta, tecnica, esperienza. Il regista catanzarese è il padrone assoluto del centrocampo per 75 minuti, fornisce due assist che saranno decisivi per la conquista dei 3 punti, ed esce vincitore dalla sfida con Bucolo. Conosce la categoria e si vede, ora è in grado di prendere in mano la squadra.

DE RISIO 6 – Oggi è l’uomo giusto al fianco di Corapi. Arriva sempre sulle seconde palle, è presente nella fase di possesso ma soprattutto di non possesso, contrasta gli avversari e fa da schermo alla difesa.

CONTESSA 6.5 – Gioca un primo tempo a tutta fascia. La parte sinistra del campo è sua, sia in difesa che in attacco. Sarà l’alternativa giusta a Nicoletti nelle partite in cui sarà importante attaccare l’avversario sui lati, è in grado di puntare l’uomo, di crossare ed ha una discreta tecnica.

KANOUTE 5.5 – Sigla il 3-0 del Catanzaro su un’altra palla magica di Corapi, ma è tutto fermo, fuorigioco. Al di fuori di quella azione, l’ala senegalese conferma il suo momento no. Non è esplosivo come ad inizio stagione, forse confuso in seguito al doppio cambio in panchina e alle innumerevoli posizioni d’attacco a cui è stato costretto ad adattarsi. In ogni caso Mr. Auteri lo riposiziona a destra, dove ha regalato prestazioni da fenomeno, nella speranza di rimetterlo in condizioni ottimali.

DI PIAZZA 5.5 – Anche il bomber siciliano, appena aggregato alla squadra, viene scelto dall’inizio. Viene da un altro mondo, e si vede. Il 3-4-3 di Mr. Auteri ha bisogno di tempo per essere metabolizzato e in pochi giorni è difficile fare bene. Non si rende protagonista di giocate importanti, ed esce per fare posto a Bianchimano. Le sue qualità restano indiscusse, tocca a lui dimostrarle.

TULLI 7 – L’ex Trapani è alla prima da titolare in giallorosso, eppure sembra giocare con questi colori da più tempo. Corre, dribbla, punta l’uomo e lo salta. Nonostante non sia famoso per i colpi di testa, proprio con uno di questi sigla il raddoppio e anche lui si presenta in grande stile. Nel secondo tempo abbassa l’intensità come tutta la squadra, ma è in grado di lanciare Bianchimano con un passaggio illuminante, il quale però non verrà convertito in gol.

BIANCHIMANO 5 : Gioca mezz’ora e non la interpreta con lo spirito giusto. Troppo molle sui contrasti e sulle palle aeree, il suo pane quotidiano vista l’altezza. La sua partita viene macchiata dal clamoroso errore al 75’ davanti all’ex Adamonis, che lo ipnotizza e gli fa perdere l’attimo, azione che verrà ribaltata portando al gol della Sicula Leonzio. Un giocatore della sua importanza non può sbagliare, ora sta a lui essere in grado di ritrovare le motivazioni giuste.

DI LIVIO e URSO S.V. – Entrano nei minuti finali per passare da 3-4-3 a 3-5-2, in modo da aumentare la densità nel centro del campo e portare a casa la partita.

MISTER AUTERI 6.5 – Inaugura la sua terza esperienza in giallorosso con una vittoria. Era importante vincere fuori casa, non accadeva dall’8 settembre contro il Monopoli. Il tecnico di Floridia ha tanto lavoro all’orizzonte, non solo sul livello tecnico ma sul livello mentale. I nuovi acquisti sono di livello e andranno ad innalzare la qualità della squadra, ma il fattore psiche sarà quello più importante da curare, per evitare cali di concentrazione e momenti di smarrimento come gli ultimi 15 minuti della gara contro la Sicula Leonzio. L’arrivo, ormai ufficializzato, di Carlini, sarà un’ulteriore arma nelle mani di Auteri, il quale ha più volte dimostrato di saper proporre un bel calcio in grado di divertire. Ora c’è bisogno di concretezza. Nel frattempo si torna alla vittoria, e vincere aiutare a vincere.

A proposito dell’autore

Emanuele Panza

Emanuele Panza

15 Commenti

Lascia un commento